Dayco Chieti: sei lavoratori reintegrati

daycodayco

Sono stati reintegrati i sei lavoratori della Dayco di Chieti, sospesi per un comunicato stampa ritenuto lesivo dell’immagine dalla multinazionale.

La protesta ha sortito i suoi effetti positivi e, per i sei lavoratori della Dayco di Chieti che erano stati sospesi , è arrivata la comunicazione che saranno reintegrati. Il casus belli è stato un comunicato inviato alla stampa che non è stato gradito dall’azienda che lo ha ritenuto lesivo dell’immagine della multinazionale. Il provvedimento di sospensione è stato seguito dallo sciopero. Da ieri ,intanto, sembra tornato il sereno nello stabilimento di via Papa Leone XIII.Nel corso della manifestazione di protesta, alla quale hanno partecipato anche delegati nazi0nali della Cgil e Uil, ai sei lavoratori ” in punizione” sono arrivate le telefonate dei vertici aziendali che hanno comunicato la reintegra. Soddisfazione viene espressa sia dai rappresentanti sindacali che dal deputato di Sinistra Italiana Gianni Melilla che aveva portato il caso all’attenzione del Parlamento con una interrogazione.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Dayco Chieti: sei lavoratori reintegrati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*