“Dall’amore nessuno fugge” a Pescara

“Dall’amore nessuno fugge” è il titolo del convegno e della mostra organizzati a Pescara nell’ambito di un progetto per il recupero dei detenuti.

Carceri senza sbarre né carcerieri, dove i recuperandi sono custodi di loro stessi e del loro processo di reinserimento: di questa esperienza che vede in prima linea le Associazioni di protezione e assistenza ai condannati in Brasile e in altre 23 nazioni si è parlato nei giorni scorsi, all’auditorium Petruzzi del Museo delle Genti d’Abruzzo di via delle Caserme a Pescara, in occasione del convegno  “Dall’amore nessuno fugge” medesimo titolo della mostra in programma fino al 16 novembre nei locali del tribunale. Al convegno sono intervenuti anche il sottosegretario alla Giustizia Federica Chiavaroli e Germano D’Aurelio, in arte ’Nduccio, ormai da tempo attivo con la sua associazione “Fratello Mio” in favore dei detenuti.  L’evento è stato realizzato, con il patrocinio del Ministero della Giustizia, dall’Ordine degli avvocati di Pescara, dall’Avsi, dalla Comunità di Sant’Egidio, dalla Caritas diocesana, dal Centro culturale di Pescara. Protagonisti le associazioni Voci di Dentro, Stella del Mare, Fratello Mio e infine il Centro servizi per il volontariato di Pescara che ha promosso e sostenuto l’iniziativa mettendo in connessione le diverse realtà che animano la vita della comunità.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "“Dall’amore nessuno fugge” a Pescara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*