Crisi del commercio, a Chieti ” Affitti ri-negoziati”

Jpeg

Crisi del commercio profonda anche in Abruzzo. A Chieti parte il progetto ” Affitti ri-negoziati” contro la desertificazione delle attività commerciali.

Il commercio è in profonda crisi anche in Abruzzo; in particolare il settore dell’abbigliamento sta risentendo fortemente del calo delle vendite già dal 2010. Come arrestare la moria di attività commerciali? FederModa e Confcommercio hanno avviato il progetto Attitti ri-negoziati” che vede Chieti, dopo Mantova, seconda città italiana in cui parte la sperimentazione e che oggi è stato presentato nel corso di un incontro svoltosi nella sede della Camera di Commercio di piazza Giambattista Vico. Ad introdurre i lavori Marisa Tiberio la presidente provinciale di Confcommercio alla presenza dei presidenti delle Camere di Commercio di Chieti e Pescara Roberto Di Vincenzo e Daniele Becci. Tra i relatori il presidente Nazionale FederModa e vice Presidente nazionale di Confcommercio Renato Borghi , il sindaco Umberto Di Primio e gli assessori al commercio Carla Di Biase e al bilancio Valentina Luise. Nel primo trimestre del 2017 hanno cessato la loro attività già 122 negozi ha evidenziato la presidente Tiberio. Il progetto in questione si spera che arresti il processo di desertificazione nelle città, e a Chieti, nel centro storico ormai sono tantissime la attività commerciali che negli ultimi mesi hanno chiuso i battenti.

Jpeg

Jpeg

 

 

IL SERVIZIO DEL TG8:

 

 

1 Commento su "Crisi del commercio, a Chieti ” Affitti ri-negoziati”"

  1. con tutto il rispetto…ma…possibile che non si riesca a far capite ormai che questa città non ha alcuna possibilità per essere considerata tale? Risibile e folle il paragone addirittura con Mantova…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*