“Cozze & Vongole” su Città Musica, graffito virale

Il graffito gigante “Cozze & Vongole” che balza agli occhi sulla parete della Città della Musica dall’asse attrezzato, diventa “virale”. Le foto sta già facendo il giro dei Social.

Ancora una volta, l’asse attrezzato riserva sorprese: l’ironia corre sui social con la foto che vedete in alto. La scritta “Cozze & Vongole” realizzata da graffitari “acrobati” sulla parete della Città della Musica, ha scatenato l’ilarità sui Social. Singolare, infatti, imbattersi nella colorata scritta riservata ai “mitili noti”, appena si intravede il mare di Pescara. Come dire, un biglietto da visita “ad hoc” per una città marinara e di certo, ai Pescaresi, l’ironia non manca, nemmeno la prerogativa di prendersi un po’ in giro da soli. Se poi, come ipotizza qualcuno, la scritta è stata realizzata da writers che pescaresi non sono, in una sorta di innocente e divertente campanilismo, ben vengano anche le cozze e le vongole, sprattutto, commentano i Pescaresi veraci… sì, come le vongole, sui social, se servono a riportare l’attenzione su una struttura, la Città della Musica, appunto, i cui lavori sono iniziati nel 2009, quasi terminati, ma al momento fermi. Novità, proprio in questi giorni si evidenziano nel Masterpan per l’Abruzzo che ha avuto la “benedizione” di Renzi a L’Aquila, fondi milionari destinati proprio al completamento della struttura di via Raiale a Pescara, ben visibile dall’asse attrezzato. Anche perché da Cozze & Vongole all’invito tipicamente pescarese di andare a “raccogliere i cannolicchi” il passo è breve, modo di dire, quest’ultimo, rivolto a chi non mantiene promesse od opera in maniera errata. Per questo bene “le cozze & vongole”, per sollecitare gli Enti preposti a ultimare una struttura già quasi finita: servirebbero, infatti, solo interventi ultimativi per il rispetto delle misure di sicurezza, per far sì che La Città della Musica possa essere finalmente messa a disposizione dei Pescaresi. La fantasia e l’ironia dei writers si scatenano in ogni dove, anche in altezza a mo’ di uomo ragno sulla parete della Città della Musica, all’insegna di “cozze & vongole”: con i fondi del Masteplan si spera sia aperta aperta la struttura ora cattedrale nel deserto, anche se per la verità la sabbia è quella della spiaggia di Pescara. Tutti vogliono l’apertura dello stabile, perché con le cozze & vongole non si dica che siamo alla frutta, anzi, ai… frutti di mare.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected] o .it". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

1 Commento su "“Cozze & Vongole” su Città Musica, graffito virale"

  1. I problemi della struttura non sono solo quelli di “sicurezza” una struttura adibita alla musica dove la musica non si può fare.
    Non si conosce quale ente la dirigerà e soprattutto in che modo.
    In definitiva uno spreco infinito di soldi.
    Soldi che sarebbero serviti, se veramente c’era la voglia di aiutare la musica locale, per finanziare eventi, registrazioni, corsi per i musicisti.
    Non c’è una manifestazione, ma dico una, organizzata dagli enti, che dia un minimo di visibilità alle band ed ai musicisti locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*