Coronavirus Abruzzo: fase 2, supermercati aperti anche la domenica. Arriva lo sterilizzatore al Conad di Megalò

carrello-sanificato1

Prima riapertura domenicale dei centri commerciali e dei supermercati in Abruzzo, dopo lo stop dovuto all’emergenza coronavirus. Al Conad di Megalò a Chieti arriva lo sterilizzatore dei carrelli.

In Abruzzo centri commerciali e dei supermercati potranno restare aperti anche la domenica, come dispone l’ordinanza numero 62 firmata dal presidente della Regione Marco Marsilio.

Per accedere, però, anche nella fase 2 dell’emergenza coronavirus, ci sono regole da rispettare:

  • In primis sia il personale che i clienti devono indossare mascherine e guanti.
  • Innanzitutto, per evitare gli assembramenti, agli ingressi è presente la vigilanza che regola gli accessi e il distanziamento di almeno un metro tra i clienti.
  • Potrà essere rilevata la temperatura corporea e vietato l’ingresso a chi ha una temperatura superiore a 37,5 gradi centigradi .
  • I gestori devono assicurare pulizia e disinfezione quotidiana dei locali e i camerini vanno sanificati dopo ogni prova.
  • Deve essere a disposizione del cliente un dispenser di gel igienizzante per le mani e la postazione dedicata alla cassa può essere dotata di barriere fisiche.
  • Preferibile la modalità di pagamento elettronica.

Intanto, è arrivato lo sterilizzatore dei carrelli all’interno dello spazio Conad del centro commerciale Megalò di Chieti Scalo, primo in Abruzzo e tra i primi in Italia a dotarsi di questo macchinario. 

Fabio Spinosa Pingue, amministratore della società Perseo, e Antonio Nicastri direttore dello spazio Conad spiegano che “Dall’inizio della pandemia ogni cliente che entra in questo punto vendita viene sottoposto alla misurazione della temperatura corporea, all’igienizzazione del carrello e delle mani e viene dotato anche dei guanti in lattice se ne è sprovvisto.

Ma poichè i carrelli sono esposti a qualsiasi genere di contaminazione, visto che passano di mano in mano, e sono esposti alle intemperie abbiamo deciso di dotarci di un sanificatore che svolga un compito ancora più meticoloso e capillare.

Diverse indagini batteriologiche hanno, infatti, stabilito che nei carrelli, ed in particolare nelle manopole, si annidano vere e proprie colonie di batteri, di cui buona parte di natura patogena”.

 

Il collegamento in diretta con il Tg8 delle ore 14.00


TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS, CLICCA QUI