Conservatorio Pescara: Il Barrio de Tango all’auditorium

Conservatorio Pescara: Il Barrio de Tango all’auditorium martedì prossimo nel concerto di Marcelo Nisinman, ritenuto erede indiscusso di Astor Piazzolla.

il concerto, presentato nel 2015 dall’Ensemble ’05 all’interno suo Festival auto-prodotto,  approda per la prima volta in Abruzzo. Nisinman, che suonerà con l’Ensemble ’05 composto da Anite Stroh al violino, Massimo Felici alla chitarra, Antonia Valente al pianoforte e Andrea Grossi al contrabbasso, proporrà un omaggio al tango che, qualche anno prima di essere ballato da Maria Schneider e Marlon Brando in Ultimo tango a Parigi sulle note del jazzista argentino Gato Barbieri, aveva avuto il suo Sessantotto. Inventore del tango moderno, che in Europa aveva avuto proprio Parigi come cassa di risonanza, Astor Piazzolla ne era stato il profeta indossando i panni del «rivoluzionario» e innovatore capace di togliere quella musica dai bordelli e nobilitarla nelle sale da concerto. Nel 1968 aveva fatto persino di più, costruendo intorno al «pensiero triste che si balla» l’«operita» Maria de Buenos Aires, che nel 2006 Nisinman presentò in un straordinaria ripresa italiana proprio insieme all’Ensemble ’05. Adesso tornano a collaborare per un rendez-vous ancora una volta nel nome del compositore argentino di origini pugliesi, del quale il pubblico ascolterà alcune pagine celebri come Concierto Para Quinteto, Michelangelo ’70, Adiós Nonino, Las cuatro estaciones porteñas, Milonga del Angel, Escualo, Oblivion e Francanapa accanto a Hombre Tango e Porquoi tu te leves, pezzi originali dello stesso Nisinman. Ingresso: 15 euro, ridotto 10 per studenti e docenti di Accademia Musicale Pescarese e Conservatorio di Musica. Prevendita disponibile a partire da lunedì 12 presso l’Accademia Musicale Pescarese, via dei Peligni 152. Per informazioni: tel: 0854510504 335328499; [email protected]lepescarese.it

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Conservatorio Pescara: Il Barrio de Tango all’auditorium"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*