Comune Pescara: Fratelli d’Italia chiede due assessori

Fratelli d’Italia analizza il voto delle Europee e delle comunali in Abruzzo e al Comune di Pescara chiede due assessori ed indica gli obiettivi da perseguire per risolvere i problemi nel capoluogo adriatico così come a Montesilvano e Città Sant’Angelo.

Se è vero che in Abruzzo alle ultime elezioni europee ed amministrative del 26 maggio scorso a trionfare è stata la Lega è anche acclarato il successo e la crescita di Fratelli d’italia che ha contribuito alla vittoria del centro destra sia a Pescara che a Montesilvano e Città Sant’Angelo.

Al neo sindaco di Pescara Carlo Masci arriva l’indicazione, da parte degli esponenti del partito di Giorgia Meloni, in primis il capogruppo in consiglio regionale Guerino Testa, di valutare, nella composizione della nuova giunta comunale, la presenza di due assessori di Fratelli d’Italia.

I due papabili in pectore sono Alfredo Cremonese e Fabrizio Rapposelli, i più votati tra i tre consiglieri di Fratelli d’Italia eletti a ” Pescara, dove -spiega al Tg8 il capogruppo Testa- tra i problemi prioritari da risolvere c’è la crisi del commercio. A Montesilvano il neo sindaco Ottavio De Martinis, vice sindaco uscente, saprà certamente portare avanti i progetti già avviati dall’Amministrazione guidata dal sindaco Francesco Maragno che ha ben operato negli ultimi 5 anni. A Città Sant’Angelo, invece, la vittoria del sindaco Matteo Perazzetti, di Fratelli d’Italia, è la cartina tornasole del successo ottenuto in provincia di Pescara dal centrodestra con il contributo fattivo del nostro partito”.

Il capogruppo Testa, durante la “Ciò che è trapelato in questi giorni sulla stampa lo confermiamo: per il Comune di Pescara chiediamo due assessorati. Ne abbiamo numeri e meriti. Fratelli d’Italia cresce con passo alpino ma costante, oggi esiste e rispetto agli altri anni si è ben strutturato e radicato sul territorio , avendo raggiunto nella nostra provincia e in Abruzzo numeri al di sopra della media nazionale. Ed i tre consiglieri eletti, Fabrizio Rapposelli, Alfredo Cremonese e Massimo Pastore, sono persone serie, di esperienza e che hanno già ben governato. Nomi da scegliere non dall’esterno ma tra gli eletti in Consiglio comunale, va da sé che si tratta di coloro che hanno ottenuto più voti: Alfredo Cremonese e Fabrizio Rapposelli. A breve avvieremo le trattative. Si apre una nuova fase, di proficuo confronto e collaborazione tra Regione e Comune. Siamo pronti a lavorare sodo per i prossimi cinque anni di governo”.

Circa i risultati ottenuti dal Partito, Stefano Cardelli, coordinatore provinciale, ribadisce “l’ottimo risultato raggiunto in tutta la provincia di Pescara, attestandosi una forza importante, dal sindaco di città sant’Angelo ai due consiglieri comunali di Montesilvano, ed i tre di Pescara, giusto per restare sui tre più grandi centri. Un risultato che fa ben pensare di poter diventare la seconda gamba del centro destra. Cresceremo ancora, a breve – annuncia- comunicheremo anche il passaggio di altri due sindaci in Fratelli d’Italia”.

Tra le priorità di programma, oltre alla sanità, figurano commercio, turismo, sicurezza e decoro urbano. Cremonese, Rapposelli e Pastore, all’unisono hanno evidenziato la necessità di restituire con la massima urgenza ai pescaresi una città pulita ordinata e sicura.

Il consigliere Alfredo Cremonese afferma che “Pescara è diventata una città sporca e disordinata e in cui le strade, anche quelle centrali non sono sicure. Manca l’illuminazione notturna in molte zone, ad esempio via Regina Elena dopo un certo orario è impercorribile a piedi”.

Il consigliere Fabrizio Rapposelli aggiunge che“I giardini di piazza I maggio sono oramai ricettacolo di balordi e regna indecenza e pericolosità. Per non parlare dello sconveniente fenomeno degli ambulanti sul lungo mare. Molti di loro dovrebbero esercitare nel mercatino etnico, che di certo non gode della nostra approvazione, ma di fatto risulta deserto perché si continua a vendere in zone non autorizzare”.

Sulla annosa questione del porto Guerino Testa ha annunciato un incontro a breve con l’assessore di riferimento ,Emanuele Imprudente per fare il punto della situazione.

Il neo sindaco di Città Sant’Angelo Matteo Perazzetti, che con la sua elezione ha scardinato la storica roccaforte del centrosinistra, ha detto che è stata “ Una autentica conquista ed ora la priorità è il Bilancio, prendo in eredità una situazione pesante su cui c’è molto da lavorare”.

Sii il primo a commentare su "Comune Pescara: Fratelli d’Italia chiede due assessori"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*