Commercio Pescara: ancora polemiche in città

corso-umberto-pescara1

Dopo le critiche dei commercianti a Pescara è ancora animato il dibattito con il Comune. Summa difende l’assessore Cuzzi dalle accuse .

Aprite i negozi la sera per incrementare le vendite: risponde così l’assessore comunale al commercio di Pescara Giacomo Cuzzi alle critiche dei commercianti che avevano chiesto le sue dimissioni. In difesa dell’assessore si mobilita Cristian Summa, presidente del Consorzio Pescara Vecchia e dirigente di Confcommercio, l’associazione di categoria che qualche giorno fa aveva presentato il risultato di un sondaggio tra i commercianti pescaresi sulla riapertura a doppio senso di marcia di corso Vittorio Emanuele II. Il 99% dei titolari dei negozi ha espresso il proprio parere favorevole sollecitando il Comune a intervenire al più presto.

Il presidente Summa afferma invece che  “Non serve a nulla chiedere dimissioni, dobbiamo sederci intorno a un tavolo e lavorare insieme per il presente e il futuro del commercio di Pescara. La richiesta di dimissioni dell’assessore Giacomo Cuzzi, lanciate da un gruppo di commercianti del centro cittadino , non sono altro che una risposta sommaria e di pancia a una situazione molto particolare che sta vivendo la nostra città. Non servono a risolvere, perché è lavorando a una proposta che rappresenti tutti che si trovano soluzioni possibili e in grado di fare crescere e ripartire il comparto. Una richiesta ingiusta, perché non dobbiamo dimenticare da dove siamo partiti: sensi di marcia “senza senso”, lavori costosissimi e completamente “inutili”, manifestazioni costare più di 300.000 euro all’anno con zero ritorno turistico ricettivo. Con queste premesse la situazione di Pescara era molto difficile da “raddrizzare”.Eppure in questi 2 anni si è provato a ridare una viabilità utile all’arrivo in città, a riaprire strade chiuse per agevolare il commercio, e a strutturare eventi che possono essere attrattori sia in estate, che in inverno (per destagionalizzare il turismo e creare nuove sacche di economia). Questo è stato e di certo ancora è un lavoro duro complesso, che però finalmente qualcuno si è preso la briga di fare con grande impegno e spesso contro avversità anche imprevedibili da considerare, com’è accaduto con la Notte Bianca. Certo bisogna lavorare ancora e molto, ma la direzione a cui punta l’amministrazione del Commercio e del Turismo dell’assessore Giacomo Cuzzi è quella giusta. Oggi noi imprenditori non possiamo più sperare che il Comune possa risolvere tutti i nostri problemi, né possiamo additarlo come l’origine di tutti i mali: ma dobbiamo collaborare, insieme a esso costruire il futuro della nostra città. E’ una cosa possibile, l’assessore Cuzzi si è sempre mostrato disponibile al dialogo e alla fattiva operatività sulle richieste che gli abbiamo via via sottoposto e credo non si tirerebbe indietro di fronte ad altre proposte in tal senso. Di certo è indispensabile risolvere col dialogo la frattura che sta dietro alla raccolta di firme, per ricostruire un rapporto capace di diventare solido e veramente proficuo per il presente e per il futuro della nostra amata pescara e del comparto che rappresentiamo “.

ieri anche il sindaco Marco Alessandrini aveva confermato la piena fiducia nei confronti dell’operato dell’assessore Cuzzi attraverso un comunicato stampa.

“Confermo la mia piena fiducia nell’operato dell’assessore Giacomo Cuzzi, che in due anni di Amministrazione ha saputo fronteggiare la situazione di difficoltà in cui versa la nostra città, operando al meglio per consentire al comparto turistico e commerciale comunque di crescere. Scelte operate, quelle sul fronte commerciale e turistico, per essere da supporto e stimolo a un settore che è stato sempre coinvolto, com’è accaduto anche dopo la Notte Bianca, a fronte della necessità di dover riorganizzare un evento ad hoc proprio per il commercio, la cui organizzazione è stata come sempre condivisa con le associazioni di categoria e la cui data fissata per il 19 agosto. Una condivisione che sia Cuzzi, quanto l’Amministrazione tutta è pronta ad esercitare anche con nuovi soggetti che danno voce agli operatori del settore, che saremo lieti di incontrare e coinvolgere su un tavolo di decisioni e di dialogo, come abbiamo sempre fatto”.

Riportiamo anche la nota stampa diffusa dall’assessore Cuzzi in cui risponde alle critiche sollevate dai commercianti pescaresi:

“Premesso che ritengo che il dissenso appartenga alla democrazia e chi fa politica e amministra sa che non potrà mai avere il favore di tutti, per quanto concerne il commercio e gli eventi un binomio su cui abbiamo creduto dal primo giorno di governo, mi sento di dire senza timore di essere smentito, che in due anni e con un Comune in predissesto, siamo andati sempre aldilà delle nostre possibilità, organizzando eventi e manifestazioni che hanno sempre inciso in maniera positiva in termini di presenze e di ritorno d’immagine ed economico per la collettività.Ne cito alcune: le due notti bianche dell’Adriatico, le notti dello shopping, il calendario di eventi Pescara Chrismas shopping, i grandi concerti di Capodanno e le tante iniziative innovative, come il video mapping e i tanti nomi di artisti arrivati nel cuore della Città ad esibirsi.Abbiamo fatto tanto con poco, concretizzando anche provvedimenti significativi e che nessuno aveva osato prima: come l’abolizione della tassa sulle insegne, il plurinegozio, la semplificazione dei subingressi per le attività e tanti altri atti capaci nei fatti di rigenerare l’attrattivita del centro cittadino, attraverso politiche di marketing-mix significative e inedite per Pescara. Il tutto sempre coinvolgendo le associazioni di categoria, confrontandoci sui provvedimenti e cercando di spingere la nostra città al di là della crisi, generando con determinazione e coraggio nuove opportunità per il futuro.In questa stagione abbiamo programmato un calendario di eventi straordinario: la notte del Adriatico, ideata e realizzata lo scorso anno dal sottoscritto che ha portato in città 200.000 presenze con la chiusura per la prima volta di tutta la riviera; i grandi concerti di Enrico Ruggeri, Paola Turci, Fiorella Mannoia, Ellen Allien. L’anteprima dell’Openday winter, con lo straordinario concerto che farà a Pescara Goran Bregovic e alcune manifestazioni come il Pescara Rock con l’eccezionale esclusiva di ieri sera dei Chemical Brothers. Certo l’estate non è decollata causa maltempo, ma su questo fronte, superando la logica “piove, governo ladro” e delle invocazioni che noi tutti facciamo alzando gli occhi al cielo, davvero mi sento di avere haimé, ben poche responsabilità a riguardo. Certo, mi piacerebbe riuscire a fermare pioggia e maltempo a comando, ma credo che almeno per questa vita dovrò continuare a pregare che tutto vada bene guardando il cielo.Con questa consapevolezza stiamo andando avanti: pochi giorni fa abbiamo annunciato un ulteriore programma di interventi sul commercio che si realizzerà entro dicembre, prevede: da subito 70.000 euro per le luminarie “Luci d’Artista”, le più ammirate della penisola e noi saremo la terza città d’Italia a fare delle luminarie natalizie un vero e proprio evento; altri 50.000 euro per interventi da concordare con la categoria sul rilancio del Centro Commerciale Naturale. Tutto questo, insieme ad altri provvedimenti significativi come il regolamento e la disciplina sul consumo sul posto e interventi massicci sul fronte mercati: 250.000 euro sul Mercato coperto di via dei Bastioni e nuove possibilità di occupazione del suolo pubblico attraverso dehors in via Regina Elena e via Regina Margherita.Abbiamo in conclusione favorito eventi a sostegno del comparto commerciale in zone da sempre dimenticate dalla politica, come la zona Stadio ( il 18/19) via Pepe farà festa con lo spettacolo gratuito di Vinvenzo Olivieri (il 19 alle 21.30) e le molteplici iniziative a Pescara Vecchia e Piazza Muzii, tutte sempre con un unico obiettivo: aumentare il potenziale attrattivo della città, fare arrivare tante persone, sostenere il comparto commerciale. Avremo tra qualche giorno, il 15 agosto altri due appuntamenti, due grandi concerti gratuiti che faranno arrivare migliaia di persone, si tratta del Pescara Dance Festival all’arena del Mare con il concerto di Ellen Allien e Paola Turci allo Stadio del mare, Nave di Cascella. E il 19 ci sarà anche Pescara shopping, con oltre 20 micro eventi nel cuore commerciale della città.Ci auguriamo tanta partecipazione perché al di là delle critiche e delle lamentele c’è una città che vuole correre e noi siamo disposti ad accelerare ancor di più, insieme a tutti coloro hanno idee e proposte, passione e disponibilità. Se qualcuno immagina che le proposte per la città possano essere tradotte con la richiesta di dimissioni di questo o quel l’assessore, bhe mi verrebbe da dire “nulla di nuovo sotto il sole”, siamo al solito “piove governo ladro” che ci paralizza da sempre: così non si cambierà mai.Cambiamo la mentalità e per quanto possibile, cerchiamo di pedalare tutti insieme per non far cadere la straordinaria bicicletta che abbiamo in mano e che da troppo tempo non riesce a correre. Io rinnovo il mio impegno e la mia disponibilità e mi auguro che migliori anche quella di alcuni commercianti che oggi hanno deciso di esternalizzare la propria rabbia, che per molti versi è comprensibile. Ma non è con il “tiro al l’assessore di turno” che si risolvono i problemi della nostra città.Bisognerebbe ad esempio da subito essere disponibili alle aperture serali: siamo una delle poche città costiere ad avere i negozi chiusi di sera nel periodo estivo; inoltre siamo sempre una delle poche città ad avere i negozi chiusi anche quando ci sono eventi in corso con migliaia di presenze. E su questo la politica e chi amministra, non può incidere e può fare davvero ben poco”.

 

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Commercio Pescara: ancora polemiche in città"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*