Clochard Pescara: riunione in municipio per il “Piano freddo”

Comune ed associazioni al lavoro a Pescara per predisporre, per il periodo invernale, il centro di accoglienza e dormitorio per le persone senza fissa dimora.

Questa mattina in municipio si è svolta una riunione operativa per decidere dove ospitare i numerosi clochard presenti in città nei mesi in cui il freddo potrebbe mettere a rischio la loro vita. L’assessore alle politiche sociali Nicoletta Di Nisio ha spiegato alla stampa che entro la prossima settimana sarà elaborato il “Piano Freddo”.

La scorsa stagione la struttura in via Lago Sant’Angelo, nel quartiere San Donato, gestita dall’associazione On The Road Onlus, in collaborazione con la Comunità Papa Giovanni XXIII e con il sostegno dell’associazione Pea (Psicologia emergenza Abruzzo), la Caritas, privati cittadini, gruppi parrocchiali, il Banco Alimentare, l’associazione Emozioni, i Cavalieri di Malta e la Croce Rossa di Spoltore, era rimasta aperta per due mesi, dal 29 dicembre del 2018 al 28 febbraio del 2019 ed aveva accolto 124 homeless con una media di circa 60 persone a notte. Nel dettaglio sono stati 106 gli uomini e 18 le donne accolti di cui 54 italiani, 44 extracomunitari provenienti da Marocco, Tunisia e Gambia, 18 romeni, 4 polacchi, 2 bulgari,1 ucraino e 1 sloveno.

Rifondazione Comunista nei mesi scorsi aveva rilanciato la proposta di un dormitorio pubblico all’interno della stazione ferroviaria di Pescara, vista l’enorme disponibilità di spazi vuoti, e dove ha sede il centro diurno Train de Vie – On the road.

 

 

Sii il primo a commentare su "Clochard Pescara: riunione in municipio per il “Piano freddo”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*