Civitaquana: sindaco picchiato e rapinato in casa

Il sindaco di Civitaquana Angelo Ciarfella è stato picchiato e rapinato in casa da tre ladri . Bottino 100 mila euro.

Un’alba da “arancia meccanica” quella vissuta ieri dal sindaco di  Civitaquana Angelo Ciarfella, 67 anni, farmacista del paese della provincia di Pescara. Tre persone si sono introdotte nella sua abitazione per rubare , con guanti e volti coperti da passamontagna scuri. Il primo cittadino li ha sorpresi nella sua camera da letto ed ha iniziato ad urlare. I tre malviventi gli sono saltati addosso e lo hanno aggredito con pugni alla testa e schiaffi provocandogli la rottura delle costole e lividi sul viso. Nell’abitazione del sindaco, che si trova sopra la sua farmacia, all’inizio del paese, in quel momento c’erano due dei tre figli, i quali, per fortuna, dormivano e non si sono accorti di nulla. La preoccupazione di Ciarfella era che si svegliassero e potessero essere aggrediti. I ladri si sono impossessati di tutti gli oggetti di valore custoditi in casa ed hanno portato via anche un paio di scarpe nuove che il primo cittadino di Civitaquana aveva comprato da poco. Il bottino si aggira sui 100 mila euro. Nelle ultime ore nel pescarese c’è stata una raffica di furti.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Civitaquana: sindaco picchiato e rapinato in casa"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*