Civita d’Antino: Torna l’autovelox della discordia

Civita d’Antino: Torna l’autovelox della discordia. Rimesso in funzione sulla superstrada del Liri dopo centinaia di ricorsi al Giudice di Pace tutti respinti dal Tribunale di Avezzano.

Il dispositivo mobile é piazzato su un’autovettura della Polizia Municipale del Comune di Civita d’Antino che stazione su un rettilineo particolarmente pericoloso dove il limite massimo di velocità é di 90Km orari. Molte le sanzioni elevate in questi giorni e torna lo spauracchio dei ricorsi anche se i precedenti sembrano far dormire sonni tranquilli all’avvocato del Comune di Civita d’Antino il quale ribadisce la necessità del dispositivo su un tratto di circa 2 chilometri dove, purtroppo, accadono numerosi incidenti per via dell’alta velocità.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Civita d’Antino: Torna l’autovelox della discordia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*