Chieti: successo per “Open Hub”

A Chieti successo per la mostra interattiva di retro-gaming “Open Hub” organizzata dalla neo nata associazione culturale E.T.S. Cultural Hub.

Venerdì 6 settembre a Chieti, infatti, la manifestazione è stata un’occasione per presentare attività di scuola di musica, dopo scuola con estemporanea d’arte, per assistere ad esibizioni
musicali live e conoscere la prima scuola per gamers dedicata all’ottava arte: i “videogiochi”.

Si sono esibiti maestri di musica, i quali hanno illustrato le varie attività di didattiche per l’anno 2019/2020, e sono state esposte opere dell’artista e docente di fumetto Cristian Di Clemente.

Mentre nelle aule gli insegnanti presentavano i corsi del dopo scuola con affiancamento, potenziamento e aiuto per il recupero delle materie negli spazi dedicati agli e sport (giochi elettronici competitivi) è stato possibile provare la realtà virtuale, vivere esperienze multisensoriali e scoprire come e in che modo trasformare una passione in professione tramite il videogioco.

E’ stata anche presentata una mostra itinerante di “retrogaming” fornita dal collezionista privato Marco Aceto per giocare con le prime storiche console di gioco. Ospiti a sorpresa sono stati Gianni “Sugar” Freschi, la tribute band di Zucchero, e Stefano Giannini cantante dei Vaskomania, tribute band di Vasco Rossi.

Gli organizzatori spiegano che “L’associazione culturale E.T.S. Cultural Hub si prefigge lo scopo di divulgare e promuovere la cultura attraverso attività di studio, ricerca, dibattito, premi, convegni, eventi in cui coinvolgere artisti nazionali e internazionali, iniziative editoriali e di registrazione, l’aggiornamento culturale dei settori dell’economia, delle problematiche sociali, della musica, del digitale, delle arti e del sapere in generale.

Altro obiettivo è quello di favorire la nascita e lo studio di nuovi modelli di organizzazione per il miglioramento della qualità delle relazioni al fine della realizzazione di eventi culturali, lavorativi e non. Attuare servizi e strutture anche attraverso l’istituzione di centri estivi, che fungano da ausilio e richiamo per l’intrattenimento multimediale, abbattimento del digital divide, giochi elettronici competitivi e per lo svolgimento del tempo libero, quali sala lettura, sala giochi, videoteca”.

Il Servizio del Tg8:

https://www.youtube.com/watch?v=_qF9alekRBE

Sii il primo a commentare su "Chieti: successo per “Open Hub”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*