Chieti: rapine e schiaffi a commessa, arrestato

E’ stato arrestato dai Carabinieri l’autore di rapine a  Parafarmacie e ad un negozio che vende arrosticini dove l’uomo ha malmenato una commessa.

A distanza di un mese è stato individuato ed arrestato dai Carabinieri di Chieti l’uomo che ha sorpreso la commessa di un negozio Lucci arrosticini , che si trova sulla Tiburtina a San Giovanni Teatino, mentre, il 16 febbraio scorso, chiudeva la porta e l’ha spinta dentro l’attività, minacciandola e picchiandola al viso e procurandole una lesione per la quale la donna ha dovuto fare ricorso alle cure dei medici dell’ ospedale che le hanno prescritto una prognosi di 20 giorni. In manette Gaetano Manzi, 29 anni, originario di Acerra ma residente a Chieti. Era fuggito con i soldi in tasca da Sambuceto verso Chieti ma il rapinatore seriale è stato scoperto. Manzi, già in carcere per le rapine messe a segno a ripetizione tra Chieti, San Giovanni Teatino e Pescara. Si allunga, dunque, la lista dei colpi contestati a Manzi che, tra gennaio e febbraio, ha seminato il panico assaltando parafarmacie e negozi: rapine lampo da pochi soldi, compiute a volto scoperto e riprese dalle telecamere di sorveglianza. Immagini che hanno consentito agli investigatori di individuarlo ed arrestarlo visti anche i particolari tatuaggi che ha su mani e polso: una stella polare e altre due stelle con le lettere “d” e “p” scritte all’interno, oltre ai racconti delle vittime che lo hanno riconosciuto dalle foto segnaletiche e anche dalla cadenza napoletana. Nell’interrogatorio di garanzia Manzi si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Sii il primo a commentare su "Chieti: rapine e schiaffi a commessa, arrestato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*