Chieti-Pescara: inseguimento sull’asse attrezzato

Rocambolesco inseguimento, nella notte, sull’asse attrezzato Chieti -Pescara dove polizia e carabinieri hanno arrestato un albanese.

Si tratta di uno dei tre malviventi inseguiti dai carabinieri della Compagnia di Pescara e dagli agenti della Polizia di Chieti e Pescara, dopo aver tentato di rubare una Bmw a Spoltore. I tre erano a bordo di una vettura, una Audi A6 , rubata a Porto d’Ascoli il 21 luglio scorso ed hanno imboccato a forte velocita’ la circonvallazione prima e poi l’asse attrezzato. L’inseguimento, a cui hanno preso parte anche mezzi delle questure di Pescara e Chieti, si e’ concluso all’altezza dell’uscita per Dragonara, dove l’auto, a causa della eccessiva velocita’, è finita contro il guard rail. Durante l’inseguimento sarebbero stati esplosi dei colpi di pistola. I tre malviventi sono riusciti a fuggire a piedi, ma uno di loro, un albanese di 23 anni, e’ stato arrestato dagli agenti della polizia di Chieti. Il giovane era entrato negli spazi di una ditta, si era nascosto in un furgone cercando di fuggire ma il mezzo non è partito. E’ finito in manette e poi è stato ricoverato in ospedale perché è rimasto ferito. All’interno dell’Audi A6 c’era un vero e proprio campionario di attrezzi da scasso, oltre a una ricetrasmittente, due calcioli per fucili e un sacchetto contenente 20 colpi a pallettoni. Per vettura e arnesi da scasso è stato disposto il sequestro in attesa che nei prossimi giorni il Ris di Roma esegua accertamenti tecnici sull’auto e sul materiale rinvenuto.

inseguimento-asse-attrezzato

 

Sii il primo a commentare su "Chieti-Pescara: inseguimento sull’asse attrezzato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*