Chieti: “Obesity day” all’ospedale “Santissima Annunziata”

Oggi 10 ottobre visite gratuite, dalle ore 8 alle 16, all’ospedale “Santissima Annunziata” in occasione della Giornata nazionale per la lotta contro l’obesità.

In molti si sono recati al centro obesità della clinica medica di Chieti, diretto dalla professoressa Maria Teresa Guagnano, al 5° livello, stanza 502 dell’ospedale “Santissima Annunziata”, in via Colle dell’Ara, per effettuare visite gratuite ed avere una diagnosi specifica riguardante normopeso, sovrappeso o obesità e ricevere consigli nutrizionali. L’Obesity day si svolge sotto l’egida dell’Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica (Adi). L’attenzione dovrebbe essere riservata alla dieta non solo per motivi estetici ma soprattutto per salvaguardare la salute visto che l’obesità è una malattia e che l’Abruzzo è seconda in Italia per obesità infantile.

La professoressa Guagnano spiega che “le statistiche indicano che nell’ultimo decennio anche in Abruzzo vi è stato un incremento del 25% dell’obesità, che ha causato l’aumento di tutte le patologie collegate e anche una lievitazione dei costi per il sistema sanitario. L’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato l’obesità malattia sociale, la cui prevenzione e cura deve fare parte in modo imperativo delle politiche sanitarie nazionali. Sovrappeso e obesità favoriscono la comparsa di molte malattie come il diabete, l’ipertensione, l’arteriosclerosi, l’insufficienza respiratoria, la calcolosi e anche alcuni tipi di tumore. È inoltre stata dimostrata l’importanza della distribuzione del tessuto adiposo: l’eccesso di grasso viscerale, rilevabile dalla misurazione della circonferenza vita, favorisce malattie cardiovascolari. L’associazione ha promosso questo progetto di sensibilizzazione dell’obesità per fornire alla popolazione informazioni utili per un indirizzo terapeutico corretto di questa patologia, ancora oggi spesso considerata e gestita come problema”.

Sii il primo a commentare su "Chieti: “Obesity day” all’ospedale “Santissima Annunziata”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*