Chieti: convenzione per la riqualificazione urbana

A Roma sottoscritta una convenzione tra il Comune di Chieti e la Presidenza del Consiglio dei Ministri per interventi straordinari di riqualificazione urbana.

11.172.890 di euro a disposizione per la riqualificazione architettonica di Piazza San Giustino, il raddoppio del parcheggio del terminal bus, il potenziamento dei posti auto nella caserma Berardi, la palestra didattica e l’orto botanico nell’area della ex scuola Vicentini. Nel corso di una cerimonia ufficiale, svoltasi oggi pomeriggio, presso la sala Verde di Palazzo Chigi, il sindaco Umberto Di Primio ha sottoscritto con la Presidenza del Consiglio dei Ministri la convenzione nell’ambito del progetto ‘[email protected]’, redatto dall’ufficio tecnico del Comune e da un team di professionisti teatini composto dagli architetti Umberto Di Renzo, Augusto Capone, Gianfranco Scatigna, Maria Cicchitti, Annalisa Di Luzio e dall’ingegnere Maurizio Cantatore.

Il Sindaco spiega che si tratta di “Un momento importante, quello di oggi pomeriggio, per la città di Chieti che contribuirà ad una delle più rilevanti operazioni di rigenerazione urbana cittadina. Sottoscritta la convenzione proseguiremo spediti verso la realizzazione dei progetti esecutivi e i bandi di gara dei cantieri. Il programma avrà tempi stretti e controlli rigidi anche perché tutto vedrà la luce in 3 anni. Nel 2018 partirà la progettazione esecutiva e l’avvio delle procedure di gara; nel 2019 verranno effettuati i lavori che si concluderanno nel 2020.Obiettivo del Progetto “[email protected]” è la riqualificazione del Centro Storico e degli ambiti urbani limitrofi: due gli interventi coordinati tra loro, distribuiti su tre aree”.

ECCO GLI INTERVENTI PREVISTI:

A.1) RIQUALIFICAZIONE ARCHITETTONICA PIAZZA SAN GIUSTINO

La Piazza della Cattedrale, che ospita anche Municipio e Palazzo di Giustizia, storicamente utilizzata come parcheggio pubblico, verrà riqualificata architettonicamente ma soprattutto verrà liberata dalle auto grazie alla realizzazione del raddoppio del parcheggio previsto al terminal bus di piazza Falcone e Borsellino.

La realizzazione dei 150 nuovi posti auto (che andranno a sommarsi agli attuali 130) consentirà di liberare la piazza dalla funzione di sosta e consentirà di intervenire su di essa con nuovi arredi, pavimentazione e illuminazione, riqualificandola in termini sia architettonici che funzionali, esaltando la Cattedrale come elemento principale della piazza. La sua pedonalizzazione avverrà secondo fasce orarie disciplinate e nel rispetto delle attività degli uffici istituzionali esistenti. I lavori sull’area, che presenta sicuramente delle peculiarità di carattere archeologico, saranno presi in dovuta considerazione in sede di progettazione definitiva con il coinvolgimento diretto degli enti di competenza.

A.2) RIQUALIFICAZIONE E POTENZIAMENTO DEI PARCHEGGI PUBBLICI DEL TERMINAL BUS DI PIAZZA FALCONE E BORSELLINO E DEL SISTEMA DI COLLEGAMENTO PEDONALE CON IL CENTRO STORICO

Già area di sosta, con un sistema interrato di parcheggi al di sotto del capolinea bus, strategico per la città in quanto destinatario di tutti i trasporti pubblici provenienti dall’intera provincia, offre attualmente 130 stalli per autovetture. Le scelte progettuali hanno optato per il potenziamento del parcheggio grazie allo sfruttamento della superficie sottostante. Nella parte superiore sarà prevista una riqualificazione ambientale, paesaggistica e funzionale della struttura con la riconsegna dei lavori del tunnel/ascensore che collega la piazza al centro storico, il rifacimento della scala mobile e la sistemazione dell’area a verde.

B.3) PARCHEGGI PUBBLICI E RECUPERO FUNZIONALE DELLE AREE DI PERTINENZA DELLA EX CASERMA BERARDI E DELL’AREA DELL’EX SCUOLA VICENTINI

In continuità con l’accordo di programma sottoscritto tra Comune e Agenzia del Demanio per la rifunzionalizzazione dell’area della ex Caserma, contemperando la necessità di integrare i servizi presenti nella zona in previsione del trasferimento delle funzioni principali delle sedi militari, dell’Agenzia delle Entrate, dell’Agenzia del Territorio e dell’Archivio di Stato, sono stati individuati alcuni interventi di potenziamento degli standard legati ai parcheggi pubblici e al verde urbano. Gli interventi previsti riguarderanno, in particolare, la costruzione di un parcheggio seminterrato nell’area dell’ex caserma (via Padre A. Valignani, via Pantaleone Rapino e via Ferdinando Ferri), l’ottimizzazione dei parcheggi pubblici a raso all’interno dell’ex Caserma in funzione di stretta pertinenzialità con le nuove funzioni pubbliche previste anche nell’ottica di un interscambio modale “trasporto privato/trasporto pubblico” e la realizzazione di un nuovo parco pubblico di 6000mq nell’area della ex scuola Vicentini, struttura che, a seguito del sisma del 2009, ha evidenziato criticità tali da renderla inagibile e che, dunque, sarà demolita.In seguito allo smantellamento della scuola, l’area sarà destinata ad attività ludico-sportive per gli Istituti comunali dell’Infanzia e dell’Istruzione Primaria, da intendere come esperienze preparatorie per la pratica dell’Orienteering – Territorio come Aula e Palestra Didattica, come da indicazioni del MIUR. Tale sistemazione prevede la realizzazione di aree a verde per ricreare gli ambienti naturalistici della collina e del bosco, nonché la predisposizione di una porzione di area a Orto Botanico per la conoscenza e la sperimentazione diretta delle essenze vegetali.

 

Sii il primo a commentare su "Chieti: convenzione per la riqualificazione urbana"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*