Chieti: cede il muro, troppo cemento

Chieti: cede il muro, troppo cemento in una zona, Via Colle dell’Ara, dove c’é un’ eccessiva  pressione edificatoria.

L’episodio, in sè, é minimo, ma rappresenta comunque un campanello d’allarme: in Via Polacchi, a pochi passi dal Cesi e dal Campus Universitario, é crollato un muro di contenimento sulla cui realizzazione già nel 2013 il noto geologo Francesco Stoppa aveva segnalato delle anomalie, ottenendo solo un abbassamento. A distanza, però, di 4 anni cio’ che Stoppa temeva si é verificato. A causa probabilmente della pioggia abbondante di questi giorni il muro é venuto giù ed il caso fortuito ha voluto che in quel momento non passasse nessuno, altrimenti l’episodio poteva avere conseguenze tragiche:

“Qui ci troviamo in una zona agricola – fa notare Stoppa – che con il tempo é diventata edificabile, ma lo sviluppo é stato caotico senza tenere conto delle caratteristiche del terreno sotto il quale in passato passavano canali per l’irrigazione. Purtroppo molti proprietari terrieri, con lo sviluppo dell’area universitaria, hanno edificato guardando al mercato degli affitti agli studenti, un mercato per lo più nero, e questi sono i risultati. L’episodio non é particolarmente grave, ma deve comunque far riflettere sui rischi e sui pericoli che corriamo in questa zona.”

 

Sii il primo a commentare su "Chieti: cede il muro, troppo cemento"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*