Chieti: ascensore incompiuto, solo promesse

Chieti: ascensore incompiuto, solo promesse dall’amministrazione comunale che aveva assicurato l’apertura prima della tradizionale e storica Via Crucis.

Ed invece non sono nemmeno ripresi i lavori, nonostante i fondi fossero già a disposizione dopo aver superato l’ostacolo del blocco del cantiere per via del fallimento della ditta che aveva iniziato l’opera. Ad illustrare i termini dell’ennesima vicenda tutta italiana di opere pubbliche incompiute, il consigliere comunale del Pd Alessandro Marzoli:

“In risposta ad una mia interrogazione settembre 2016, il Comune mi assicurò – dice Marzoli – che l’ascensore sarebbe entrato in funzione prima di Pasqua ed invece i lavori non solo non sono ancora iniziati, ma non é stata ancora firmata la delibera per l’affidamento. Stiamo parlando di un’opera, nemmeno poi tanto complessa, i cui lavori sono iniziati 10 anni fa – prosegue Marzoli – e per quanto il sindaco Di Primio non l’abbia mai particolarmente gradita, resta comunque assolutamente necessaria perchè da la possibilità a molte persone di lasciare la macchina a valle e salire in centro storico, invece con il solito problema irrisolto dei parcheggi, la gente a Chieti non ci sale più, i negozi stanno chiudendo e non immaginiamo quanti disagi per la processione del Cristo Morto di venerdì, evento che richiama moltissima gente provenienti anche da lontano. “

IL SERVIZIO DEL TG8

Sii il primo a commentare su "Chieti: ascensore incompiuto, solo promesse"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*