Caso Pica: Chi entrò nella camera di Silvana dopo la sua scomparsa?

Caso Pica: Chi entrò nella camera di Silvana dopo la sua scomparsa? E’ questo uno dei tanti quesiti emersi a seguito di accertamenti più approfonditi dopo la riapertura del caso a distanza di 4 anni  dalla scomparsa della traduttrice pescarese.

Dalla Procura si continua a fare muro per evitare la fuga di notizie che potrebbero pregiudicare il buon esito delle indagini che comunque proseguono a ritmo serrato e qualcosa d’interessante stanno effettivamente producendo. Il Pm Anna Rita Mantini ha affidato il fascicolo ad un pool di esperti della Polizia che sta lavorando su elementi concreti e circostanziati dai quali sta emergendo un quadro inquietante sugli ultimi istanti di vita di Silvana Pica. Per quel poco che é trapelato dagli uffici della Procura c’é innanzitutto la ricostruzione temporale dei movimenti della Pica: si sa con assoluta certezza che la sua visita a casa della suocera, la sera del 17 gennaio del 2012, é avvenuta tra le 18.30 e le 19.00 e non oltre le 20.00 come qualcuno ha voluto far intendere. Un particolare questo ritenuto importante, anche perchè dopo questa visita Silvana non é rientrata sicuramente in casa e, in tal senso, barcollano anche alcune testimonianze, tra l’altro contraddittorie sull’abbigliamento della donna, che la collocano in un certo orario serale nei pressi della sua abitazione. Un altro particolare emerso e sul quale gli investigatori stanno svolgendo approfondimenti é quello relativo ad un riscontro secondo il quale il 24 gennaio, ovvero una settimana esatta dalla scomparsa, qualcuno, estraneo alle forze dell’ordine e ai parenti che in quei giorni la stavano cercando, é entrato nella camera di Silvana, per quale motivo e per fare cosa? C’é poi il mistero della riparazione dell’avvolgibile: Silvana aveva comunicato alla padrona di casa che lo avrebbe fatto riparare a sue spese e che avrebbe scalato la cifra dai soldi per l’affitto. L’avvolgibile é stato riparato ma da chi non si sa, subito dopo Silvana é scomparsa. Questo particolare é molto importante perchè nel cassone di quell’avvolgibile Silvana teneva nascosti i suoi risparmi. Resta in piedi più di una pista, ma l’impressione é che le principali attenzioni si stiano indirizzando sulle due rumene sue inquiline, tenute sotto osservazione, in particolare una di queste che alcuni mesi dopo la scomparsa di Silvana, ebbe una violenta lite con la padrona di casa tanto da essere  costretta ad abbandonare l’appartamento.

Guarda il servizio del Tg8:

Sii il primo a commentare su "Caso Pica: Chi entrò nella camera di Silvana dopo la sua scomparsa?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*