Carunchio: Cartelle pazze, scadute e prescritte

Carunchio: Cartelle pazze, scadute e prescritte. La denuncia dalla lista “Carunchio unito e civico” in relazione alle cartelle Tarsu per gli anni 2007/2008/2009.

In questi giorni stanno arrivando nelle case dei cittadini di Carunchio e di coloro che hanno le case a Carunchio, le cartelle pazze della SOGET S.p.A. con le quali richiedono il pagamento della TARSU degli anni 2007/2008/2009 . Oltre che in alcuni casi questi ruoli vengono notificati a tutti gli eredi di colui che è deceduto, senza dire nella comunicazione che un erede che paga assolve tutti gli nella responsabilità solidale. La cosa invece più grave è che in questi ruoli viene dichiarata una notifica intermedia del 2002 o 2003 in molti casi fasulla e non corrispondente al vero.
Dietro verifiche che abbiamo iniziato a fare e che continueremo nella giornata di domani, abbiamo rilevato che questi ruoli sono tutti prescritti e quindi ai sensi e per gli effetti della 228 del 2012 possiamo farle annullare.Chiunque è interessato e rientra nella casistica si può rivolgere alla nostra associazione per essere tutelato. La Lista suggerisce ai cittadini di non pagare i ruoli scaduti e prescritti.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Carunchio: Cartelle pazze, scadute e prescritte"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*