Carsoli: polemiche per l’ostia negata

ostiaconsacrata

E’ polemica a Carsoli per una presunta ostia negata dal parroco ad un giovane durante la celebrazione di un funerale .

Sta facendo discutere a Colli di Monte Bove, frazione di Carsoli, dove, due giorni fa, alle ore 15, mentre il parroco stava celebrando un funerale, nella Chiesa di San Berardo, avrebbe negato di dare l’ostia ad un giovane. Durante le esequie di una anziana donna di Colli di Monte Bove, al momento della comunione, un ragazzo di 24 anni parente della defunta si è messo in fila, insieme agli altri fedeli per ricevere l’ostia consacrata, quella che secondo la fede cristiana simboleggia il corpo e il sangue di Cristo. Secondo alcuni testimoni oculari, giovane avrebbe pronunciato due volte “Amen” in attesa di ricevere l’Eucarestia. A richiesta di un cenno di spiegazione il Parroco avrebbe detto al ragazzo di che non è cristiano. Dopo il funerale il giovane ed alcuni parenti avrebbero chiesto invano spiegazioni al sacerdote. Sembra che la questione sia stata sottoposta alla Curia Vescovile. I parenti del giovane spiegano che lui ha tutti i sacramenti, Comunione e Cresima, non è sposato e non vi era alcuna ragione per di negare la Comunione e chiedono che vengano presi provvedimenti nei confronti del sacerdote.

Sii il primo a commentare su "Carsoli: polemiche per l’ostia negata"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*