Carcere San Donato Pescara: dopo la denuncia della Uil il garante annuncia visita

Non è passata inosservata la denuncia fatta dalla Uil sulla grave situazione venutasi a creare nel carcere di San Donato. Il neo Garante Giammarco Cifaldi annuncia una prossima visita.

Il sovraffollamento di detenuti soprattutto di estrazione psicotica, insieme allo stato di disagio da esso prodotto nella gestione complessiva del penitenziario soprattutto per ciò che attiene l’incompatibilità che essi hanno nell’insistere in un luogo con grave carenza di organico sia esso di polizia penitenziaria che pedagocico-amministrativo e con una logistica che manca di tante peculiarità proprie di un ospedale psichiatrico giudiziario, saranno seguite ed attentamente valutate dal Professor Cifaldi per poi essere rapportate agli organi competenti.

“Funziona molto bene la simbiosi instaurata tra garante e rappresentanza sindacale della Polizia penitenziaria dalla Uil tanto auspicata – sottolinea Mauro Nardella della segreteria nazionale Uil Pubblica Amministrazione –  È solo lavorando insieme( personalmente l’ho sempre sostenuto seppur in uno contesto di generale diffidenza) , infatti, che si potranno ottenere significativi risultati voluti dalla Costituzione e dalle leggi in materia di diritti dei lavoratori. A Cifaldi va il mio personale ringraziamento. Ad egli vanno i miei più sinceri auguri di proficuo lavoro.”

 

Sii il primo a commentare su "Carcere San Donato Pescara: dopo la denuncia della Uil il garante annuncia visita"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*