Canosa Sannita: la Dialifluids ceduta ad un gruppo italo-americano

La Dialifluids di Canosa Sannita, a tre anni e mezzo dalla chiusura, è stata ceduta ad un gruppo italo-americano. Il sindaco Lorenzo Di Sario esprime soddisfazione ed auspica che si creino opportunità lavorative per gli abitanti del suo comune.

A circa tre anni e mezzo dalla chiusura definitiva della fabbrica che produceva liquidi per dialisi preconfezionati in sacche la Fresenius Medical Care ha ceduto la Dialifluids di Canosa Sannita
nella quale erano occupati circa 120 lavoratori. Sulla notizia riguardante la cessione dello stabilimento ad un gruppo di imprenditori italo-americani c’è stretto riserbo e ci vorrà ancora qualche giorno prima di sapere con esattezza che tipo di produzione verrà effettuata e con quali maestranze.

Il sindaco Lorenzo Di Sario esprime soddisfazione ed accoglie con ottimismo questa notizia che per la comunità del paese della provincia di Chieti rappresenta una nuova occasione di sviluppo economico. Il primo cittadino ricorda che questo traguardo è stato raggiunto con impegno e caparbietà grazie anche a professionisti locali che hanno incontrato in più occasioni a Canosa Sannita gli acquirenti ed il management internazionale di Fresenius. Il 2019 si apre con una nuova opportunità per il territorio e per lo stabilimento del quale in più occasioni ci eravamo occupati nel corso del Tg8 e sul sito rete8.it in occasione delle iniziative di protesta dei lavoratori della Dialifluids che avevano dato vita a diverse iniziative di protesta per scongiurare la chiusura dello stabilimento e la perdita del posto di lavoro. Ora non resta che attendere gli ulteriori sviluppi e l’ufficializzazione da parte dell’azienda delle modalità con le quali sarà avviata la nuova attività produttiva.

 

Sii il primo a commentare su "Canosa Sannita: la Dialifluids ceduta ad un gruppo italo-americano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*