Calamità Castelli: 850 mila euro all’azienda zootecnica

Dopo gli ingenti danni arrecati nel Teramano da sisma e neve a Castelli in arrivo un risarcimento di oltre 800 mila euro per un azienda zootecnica.

La buona notizia riguarda l’azienda agricola Di Gennaro Arnaldo di Befaro di Castelli, danneggiata il 18 gennaio scorso dal sisma e dall’abbondante nevicata che hanno creato danni soprattutto alle aziende agricole e zootecniche del Teramano. L’allevatore può ricostruire la stalla di 1.000 metri quadrati crollata sotto il peso della coltre bianca e l’impatto delle scosse di terremoto. L’Ufficio speciale per la ricostruzione 2016 di Teramo ha approvato il  finanziamento  di 854.096,80 euro per la demolizione e la ricostruzione dell’immobile danneggiato. È il primo stanziamento nel territorio teramano dove erano stati predisposte di stalle mobili dopo che gli eventi  calamitosi  dell’ultimo anno avevano distrutto le strutture e ucciso numerosi animali negli allevamenti messi letteralmente in ginocchio da maltempo e terremoto. Per quanto riguarda l’azienda di Di Gennaro Arnaldo di Befaro di Castelli le immagini dei 130 capi di bestiame, intrappolati sotto i pali d’acciaio piegati, per i quali erano dovuti intervenire i vigili del fuoco con mezzi speciali per lo smontaggio della copertura crollata, sono saliti alla ribalta delle cronache locali e nazionali. Sedici capi  erano morti e solo grazie all’Unità di crisi per l’emergenza zootecnica le mucche rimaste erano state ospitate in un bovile in disuso a Cesi di Castiglione Messer Raimondo. Ora la buona notizia restituisce speranza all’imprenditore che ogni giorno percorre 100 km tra andata e ritorno per andare dalle sue mucche. Il finanziamento in arrivo gli consentirà di ricostruire il capannone e poter portare avanti la sua attività.

 

 

 

 

Sii il primo a commentare su "Calamità Castelli: 850 mila euro all’azienda zootecnica"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*