Bus all’Anagnina. Lolli: “Dopo il sì ai rifiuti da Roma, ora ci aspettiamo collaborazione”

Il presidente vicario della Regione Abruzzo, in vista della riunione di lunedì a Roma sullo spostamento dei bus dalla Tiburtina all’Anagnina, chiede alla giunta Raggi collaborazione come ha già fatto l’Abruzzo in occasione dell’emergenza rifiuti nel Lazio.

Il presidente Giovanni Lolli , è meno categorico del sindaco de L’Aquila Pierluigi Biondi che pone un aut aut alla giunta comunale di Roma, ma invita, comunque, il sindaco Virginia Raggi a revocare la decisione di spostare il terminal bus dalla Tiburtina all’Anagnina, visto che quando si è verificata l’emergenza rifiuti nel Lazio, con rischio che la spazzatura rimanesse per giorni in strada, la Regione Abruzzo è arrivata in soccorso, pur tra le polemiche, accogliendo nelle proprie discariche anche il pattume dei cittadini romani. La notizia dello spostamento ha, ormai da giorni, innescato una serie di reazioni e commenti tra politici, associazioni, cittadini e sindacati abruzzesi pronti alla mobilitazione in vista dell’incontro in programma per lunedi’ 12 novembre nella capitale.

Per le ore 11, nell’autostazione “Tiburtina” di largo Guido Mazzoni , e’ stata convocata la conferenza stampa del presidente Lolli e dell’assessore alle Politiche abitative e Urbanistica della Regione Lazio Massimiliano Valeriani per parlare delle iniziative da intraprendere. parteciperanno anche il presidente del Consiglio regionale dell’Abruzzo Giuseppe Di Pangrazio, i parlamentari abruzzesi Stefania Pezzopane e Marco Marsilio, il sindaco Biondi, il presidente di Confindustria Abruzzo Agostino Ballone, un ampia delegazione di sindaci e di consiglieri regionali ed esponenti delle organizzazioni sindacali, di categoria e produttive.

Sii il primo a commentare su "Bus all’Anagnina. Lolli: “Dopo il sì ai rifiuti da Roma, ora ci aspettiamo collaborazione”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*