#braciole alla riscossa in Abruzzo

campagnamicapescaracampagnamicapescara

#bracioleallariscossa in Abruzzo con carne cucinata al mercato e consigli ai cittadini su come scegliere i tagli low cost. Prima giornata nazionale della carne italiana.

Coldiretti dice basta ad allarmismi e “pericolose mode”. Nell’ambito della prima giornata nazionale della carne italiana #bracioleallariscossa in Abruzzo con carne cucinata al mercato e consigli ai cittadini su come scegliere i tagli low cost. A Pescara, nel Mercato di Campagna Amica in via Paolucci , Coldiretti in collaborazione con l’Associazione Agrimercato d’Abruzzo, assieme ad agricoltori ed allevatori oggi ha realizzato una maxi grigliata all’aperto per toccare con mano e riflettere sulla diversità della carne italiana e sui rischi della scomparsa degli allevamenti con gli effetti per l’economia, il lavoro e l’ambiente ma anche sul pesante impatto creato dell’allarmismo sui consumi e sull’atteggiamento degli italiani rispetto alla carne. Per aiutare a fare la spesa è stata proposta, la nuova figura del tutor della carne che, da un bancone del mercato appositamente allestito, che ha aiutato i consumatori a conoscerla, scegliere i pezzi più adatti in cucina, valorizzare le parti low cost e consigliare su dove fare acquisti di qualità direttamente dagli allevatori. Un modo semplice per insegnare a scegliere i tagli migliori per le diverse ricette risparmiando senza rinunciare alla qualità. Non mancheranno i trucchi per realizzare la grigliata perfetta con la carne che sarà preparata sul posto.

Il direttore di Coldiretti Abruzzo Giulio Federici, che è anche direttore di Coldiretti Pescara afferma che “Scendono in piazza le ragioni del 90% dei cittadini che consumano carne nonostante gli allarmismi infondati, le provocazioni e le campagne diffamatorie su un alimento determinante per la salute che fa parte a pieno titolo della dieta mediterranea, alla quale apporta l’indispensabile contributo proteico. Un’operazione verità sulla carne ed i suoi primati qualitativi e di sostenibilità ambientale ma anche una occasione per aiutare con equilibrio e buonsenso a fare scelte di acquisto consapevoli e non cadere in pericolose mode estreme “.

Per quanto concerne i controlli effettuati dai carabinieri del Nas nelle aziende zootecniche abruzzesi la presidente di Coldiretti Pescara Chiara Ciavolich evidenzia che ” ben vengano i controlli, che dovrebbero essere effettuati più spesso, poichè garantiscono sicurezza e qualità dei prodotti, a vantaggio sia dei consumatori che delle imprese agricole”.

carnecoldiretti

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "#braciole alla riscossa in Abruzzo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*