Sisma, Basciano: “Ci hanno abbandonato”

Non si placa la rabbia per l’esclusione dal cratere sismico del Comune di Basciano e di Penna Sant’Andrea.

La nuova perimetrazione ha infatti apportato delle modifiche, ma non ha ricompreso due comuni della Provincia di Teramo, Basciano e Penna Sant’Andrea. “Una vera e propria ingiustizia”, così è stata definita dai due sindaci interessati soprattutto dalla  cosiddetta “tempesta” perfetta che ha colpito la provincia teramana tra il 17 e il 24 gennaio, che ha provocato ingenti danni ai due territori.

Alessandro Frattaroli Sindaco di Basciano “Abbiamo appreso con  stupore e grande preoccupazione di questa decisione, nonostante i ripetuti eventi sismici abbiano provocato enormi ferite al territorio di queste due cittadine. Danni che peraltro nessuno, dallo scorso agosto, si è minimamente degnato di venire a constatare di persona, nonostante i numerosi e ripetuti inviti a far visita ai nostri luoghi. Si prenda una cartina della Provincia di Teramo: risulterà facilmente comprensibile che Basciano e Penna Sant’Andrea sono circondati da “Comuni del cratere”. Cosa ci ha reso dunque immuni (secondo alcuni) dai danni del sisma? L’onda di propagazione sismica ha forse compiuto un percorso a zig zag risparmiandoci dai danni e dalla paura?”

IL SERVIZIO DEL TG8:

L'autore

Federico Di Luigi
Nato a Teramo, iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010, in questo anno inizia il lavoro di giornalista presso la redazione dell’emittente televisiva TVSei, nel 2012 entra a far parte come giornalista ed amministratore di un nuovo progetto editoriale “Latv dell’Adriatico” carica che a tutt'oggi ricopre. Dal 2013 lavora con Rete8 ricoprendo il ruolo di responsabile della redazione giornalistica di Teramo

Sii il primo a commentare su "Sisma, Basciano: “Ci hanno abbandonato”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*