Badante morta ad Avezzano: c’è un indagato

Potrebbe essere vicina la risoluzione del giallo sulla morte della badante romena caduta dalle scale ad Avezzano. Il fidanzato sarebbe indagato.

La Procura della Repubblica di Avezzano potrebbe in breve tempo svelare il mistero che riguarda le responsabilità sulla morte ad Avezzano della badante di nazionalità romena Iuliana Catalin Bucataru. La trentasettenne è deceduta all’ospedale “San Salvatore” de L’Aquila in seguito ad una caduta dalle scale dell’abitazione di Colli di Monte Bove dove assisteva un anziano invalido. La Procura di Avezzano ha aperto un’inchiesta e un connazionale, pare che si tratti del fidanzato, è indagato per omicidio. Sul muro del pianerottolo delle scale in cui è avvenuta la tragedia sono state rinvenute macchie di sangue. Dopo i prelievi gli inquirenti attendono la risposta degli esami di laboratorio. Dal test sui campioni prelevati si saprà a chi appartengono le tracce ematiche. Secondo indiscrezioni, non confermate dagli investigatori, la donna sarebbe stata vittima di violenza prima di precipitare dalle scale. La tragedia, che in un primo momento poteva far pensare ad un incidente domestico, ha assunto i contorni del giallo su chi possa aver ucciso la donna. Iuliana Catalin Bucataru sarebbe stata presa con la forza e potrebbe aver sbattuto la testa contro il muro e poi spinta dalla rampa di scale per nascondere l’omicidio. Fondamentali saranno gli esami sulle tracce ematiche e biologiche trovate nell’abitazione di Colli di Monte Bove. Intanto i carabinieri della compagnia di Tagliacozzo stanno raccogliendo le testimonianze dei residenti della zona. Qualcuno avrebbe visto la donna discutere con il fidanzato romeno e c’è chi ha riferito che l’uomo aveva un atteggiamento minaccioso nei confronti della trentasettenne.

 

 

 

 

Sii il primo a commentare su "Badante morta ad Avezzano: c’è un indagato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*