Avezzano: una tassa per salvare il tribunale

Ad Avezzano è stata approvata dai Sindaci marsicani la proposta di pagare una tassa per salvare dalla chiusura il Tribunale.

L’iniziativa è stata promossa dal sindaco di Avezzano Gabriele De Angelis il quale ha convocato d’urgenza gli amministratori locali per discutere una bozza di delibera da portare nelle giunte e poi nei consigli di tutti i Comuni marsicani, per cercare soluzioni per sostenere economicamente il tribunale di Avezzano. Viene chiesto ai Comuni, e quindi ai cittadini, di salvare il presidio giudiziario pagando le spese gestionali del tribunale. I Sindaci ora dovranno discutere la proposta in consiglio ed eventualmente approvarla nel giro di dieci giorni.

L’iniziativa non è piaciuta al Sindaco di Canistro Angelo Di Paolo, tra le poche voci fuori dal coro, il quale afferma“Che i Comuni debbano farsi carico di contribuire a questo tipo di servizi non sta scritto da nessuna parte poichè del Tribunale dovrebbe occuparsi lo Stato. Se seguissimo questo principio, lo stesso discorso andrebbe fatto per la Sanità.

Perplessità vengono espresse anche dal sindaco di Scurcola Marsicana Maria Olimpia Morgante, che ha da poco annunciato un aumento delle tasse nell’ambito del piano di riequilibrio finanziario adottato dal suo Comune che ha evitato il Commissariamento dell’Ente.

Il Sindaco Morgante ha detto “Il nostro Comune è già in difficoltà: dal punto di vista politico sosterremo l’iniziativa, ma non posso chiedere ulteriori sacrifici ai cittadini”.

 

 

Sii il primo a commentare su "Avezzano: una tassa per salvare il tribunale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*