Avezzano: chiede il “pizzo”, denunciato dai carabinieri

Avezzano: chiede il “pizzo”, denunciato dai carabinieri un pregiudicato di 34 anni dopo la segnalazione di un imprenditore vittima dell’estorsione.

 

“Paga il pizzo, altrimenti sfregiamo tuo figlio”. E’ la minaccia rivolta a un imprenditore di Avezzano che pero’ non si e’ intimorito e ha denunciato il tentativo di estorsione ai carabinieri che hanno individuato e denunciato il responsabile. Si tratta di un giovane del luogo che ha inviato due lettere minatorie alla vittima chiedendo l’immediato pagamento di ingenti somme di denaro da recapitare in alcuni luoghi della citta’. Agli appuntamenti fissati, pero’, erano presenti anche gli uomini dell’Arma che, in piu occasioni, hanno notato la presenza e gli strani movimenti di un trentaquattrenne gia’ noto alle forze dell’ordine che e’ stato identificato come l’autore dell’estorsione.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Avezzano: chiede il “pizzo”, denunciato dai carabinieri"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*