Atri: ventenne salvata da Cri diventa volontaria

CriCri

Una ventenne di Atri ,salvata nel 2013 dalla Croce Rossa Italiana durante una bufera di neve, diventa  volontaria.

Era  novembre del 2013 quando rimase bloccata nella sua abitazione , a causa di una intensa bufera di neve. Nel pieno di un lungo blackout, una ventenne di Atri, grazie all’intervento dei volontari del Comitato di Roseto degli Abruzzi e dell’Unità territoriale di Silvi  della Croce Rossa Italiana , è stata salvata. E’ rimasta talmente colpita dalla passione con la quale i volontari hanno sfidato il maltempo e, a bordo di un fuoristrada,le hanno portato in casa un generatore di corrente indispensabile per far funzionare i macchinari necessari per le cure di cui aveva bisogno, che ha deciso di diventare anche lei una volontaria Cri. E’ entrata in contatto con l’associazione e, a distanza di due anni e mezzo, è entrata a far parte della Croce Rossa. La ragazza ha concluso con successo il corso di emergenza sanitaria, al Comitato di Roseto, e presto darà il suo contributo come volontaria a bordo delle ambulanze dell’Unità territoriale di Silvi, anche lei pronta ad aiutare i cittadini in difficoltà. Un esempio il suo che potrebbe essere seguito anche da altri giovani che possono scegliere la Croce Rossa ma anche altre associazioni di volontariato per essere di aiuto a chi ha bisogno.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Atri: ventenne salvata da Cri diventa volontaria"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*