Aree di risulta a Pescara: “Carrozzine Determinate” annuncia clamorosa protesta

A quasi dieci giorni dal Consiglio Comunale a Pescara dove erano state fatte rassicurazioni all’Associazione “Carrozzine Determinate” sui parcheggi gratis per disabili, ancora nessun atto ufficiale e il sospetto che i patti non saranno rispettati.

Anche per questa ragione il presidente dell’associazione Claudio Ferrante ha inviato una nota nella quale viene annunciata una clamorosa protesta davanti Palazzo di Città: i volontari dell’Associazione pronti ad incatenarsi se non saranno garantite soste gratuite ai disabili, come per altro dice la legge, nel nuovo progetto di riqualificazione delle aree:

 Passato il Consiglio Comunale del 17 ottobre in cui l’associazione Carrozzine Determinate è riuscita ad ottenere la sospensione della seduta per un ulteriore approfondito esame del progetto di riqualificazione dell’area di risulta, dopo aver chiesto fermamente l’eliminazione della disposizione che prevede il pagamento delle aree sosta non dedicate per i soggetti con disabilità grave, nulla si muove. Le ore scorrono veloci ma neanche l’ombra della convocazione insieme ai capi gruppo dell’Associazione Carrozzine Determinate come promesso dinnanzi a tutti dal Sindaco Alessandrini e dagli altri amministratori. Ma L’associazione Carrozzine Determinate non può sottostare all’inerzia del tempo rischiando manovre silenziose. È necessario agire affinché venga garantito il diritto alla mobilità di tutti cittadini con disabilità, così come specificato dallo stesso comune con delibera di consiglio comunale num. 154 del 03/12/2015, relativa all’adesione ai principi della convenzione ONU. Delibera approvata su proposta dall’Assessore alla Mobilità e Parcheggi Giuliano Diodati. Assessore che fino ad oggi ha stranamente scelto il silenzio, ma conoscendone la sensibilità concorderà pienamente con la proposta della nostra associazione. Si torna a chiedere non solo la modifica di quanto assurdamente previsto per la riqualificazione dell’area di risulta ma l’approvazione della gratuità del parcheggio disabili come previsto comma 5 dell’articolo 1 del DPR 151 del 30 luglio 2012, in tutte le aree della città nelle quali è previsto il pagamento per la sosta!
Chiediamo con urgenza la convocazione insieme ai capi gruppo consiliari, preannunciando che se verranno disattese queste richieste, se verrà leso il diritto alla mobilità delle persone con disabilità grave, l’associazione CARROZZINE DETERMINATE promette catene dinanzi al palazzo di città, ricordando ancora una volta agli amministratori che la sola Grande Pescara conta più di 5000 aventi diritto al contrassegno disabili ! Tra le altre cose la questione parcheggi è già nuovamente sotto l’attenzione di “striscia la notizia”… non vorrà per caso il sindaco trovarsi di nuovo sulla ribalta nazionale?

IL SERVIZIO DEL TG8:

https://www.youtube.com/watch?v=KVIg6ptBI6A

Sii il primo a commentare su "Aree di risulta a Pescara: “Carrozzine Determinate” annuncia clamorosa protesta"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*