Angelini e Patella: omaggio all’Abruzzo della Guardia di Finanza

Compie 100 anni l’opera inedita, realizzata dall’artista Francesco Patella, che raffigura l’eroe della Prima Guerra Mondiale Saul Angelini, e che è custodita nel comando provinciale della Guardia di Finanza di Pescara. Il comandante Grisorio promotore di una iniziativa insieme ad Enti, Istituzioni e al Liceo “MiBe”.

Un omaggio all’Abruzzo è stato reso dalla Guardia di Finanza che, mediante il concorso, che ha visto protagonisti gli studenti del Liceo artistico, musicale e coreutico “ Misticoni Bellisario” di Pescara, guidato dalla professoressa Raffaella Cocco, ed un convegno dal medesimo titolo “ Un inedito centenario abruzzese. Storia di un eroe e del suo ritratto”, ha portato all’attenzione di un vasto pubblico e delle massime personalità del mondo, istituzionale, accademico e culturale regionale due importanti personaggi nati a Mosciano Sant’Angelo e vissuti tra fine del 1800 e metà del 1900: l’eroe, morto durante la Prima Guerra Mondiale in Albania, Saul Angelini e il maestro Francesco Patella.

Il ritratto realizzato nel 1919 dall’artista, il quale ha esposto in Biennali internazionali insieme a Francesco Paolo Michetti e a Basilio e Tommaso Cascella, che raffigura il tenente della Guardia di Finanza, a cui è intitolata la storica caserma del Comando provinciale di Pescara,compie un secolo di vita e, grazie alle sinergie con il Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali dell’Università “Gabriele d’Annunzio” di Chieti-Pescara, con la Soprintendenza all’archeologia, belle arti e paesaggio dell’Abruzzo, con l’Associazione Nazionale dei Finanzieri d’Italia, con il Centro studi storici e beni museali –quartier generale della Guardia di Finanza di Roma è stato autenticato e sarà prossimamente sottoposto ad un’opera di restauro. Alla cerimonia ha partecipato anche la nipote di Saul Angelini, Eleonora, figlia di Arturo Angelini, fratello dell’eroe, che ha donato alla Guardia di Finanza il diario dello zio eroe che ora, sarà custodito nel museo storico di Roma insieme agli altri cimeli.

Gli interventi sono stati illustrati nel corso della manifestazione ospitata dal museo “Vittoria Colonna” di Pescara. Un’opera inedita che compie 100 anni e, che grazie a questa iniziativa,che ha visto il coordinamento della professoressa Greta Massimi, è stato possibile ammirare e far conoscere ad un pubblico, accademico ed artistico, molto più ampio di quello che frequenta abitualmente la caserma nella quale il quadro è custodito da molti anni. La Guardia di Finanza, che nelle ultime settimane, è stata protagonista di ben tre eventi importanti, ha, pertanto, celebrato il momento clou con la premiazione degli studenti del Liceo Mibe alla presenza del generale di brigata Flavio Aniello, comandante regionale della Guardia di Finanza e del comandante provinciale di Pescara, il colonnello Vincenzo Grisorio, che ha fortemente voluto l’iniziativa, del maggiore Gerardo Severino del Centro studi storici e beni museali –quartier generale della Guardia di Finanza di Roma, del cavaliere Gregorio Totaro, presidente della sezione di Pescara dell’Associazione Nazionale dei Finanzieri d’Italia, del rettore dell’Ateneo “G.d’Annunzio”, che ha concesso il patrocinio, il professore Sergio Caputi, del pro-rettore, il professore Stefano Trinchese, del direttore del Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali dell’Ateneo, il professore Carmine Catenacci, e della professoressa Maria Cristina Ricciardi, docente del medesimo Dipartimento, che è il critico d’arte che ha autenticato l’opera del maestro Patella, della Soprintendente della Soprintendenza all’archeologia, belle arti e paesaggio dell’Abruzzo, dottoressa Rosaria Mencarelli e della dottoressa Eliseba De Leonardis, funzionario restauratore alla quale spetterà il compito di effettuare l’intervento conservativo dell’opera. Durante la cerimonia un gruppo musicale di studenti del Liceo “Misticoni Bellisario”, composto da , al sassofono, Stefano Antonini, Ylenia Ametta, Thomas Di Rado, Federica Giusti, Giorgio Di Prinzio, Gianmaria D’Alleva e Simone Tenerelli, ha eseguito l’inno nazionale di Goffredo Mameli, l’inno europeo, la “Turkish March” di Ludwing Van Beethoven e “L’estasi dell’oro” di Ennio Morricone.

Gli studenti vincitori del concorso:

1° Premio ad Arianna Liberatore

2° Premio ad Andrea Ragni

3° Premio a Gaia Della Rovere

Quarto Premio (menzione speciale) a Jamal Mouwad.

Il Servizio del Tg8:

Sii il primo a commentare su "Angelini e Patella: omaggio all’Abruzzo della Guardia di Finanza"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*