Anche un editore abruzzese tra i finalisti del Premio Strega 2018

Con il libro “La Madre di Eva” della giornalista Silvia Ferreri, la Neo Edizioni di Castel di Sangro si aggiudica un posto tra i 12 finalisti del Premio Strega 2018.

Un prestigioso e meritato riconoscimento per la nota Casa Editrice abruzzese da anni impegnata, anche con coraggio, nella pubblicazione di testi dal forte impatto narrativo. “La Madre di Eva” della giovane giornalista Silvia Ferreri, descrive il grido di dolore e disperazione che nasce dalla smisuratezza dell’amore genitoriale quando supera giudizi, pregiudizi, rabbia e sensi di colpa e arriva a placarsi solo nella felicità del proprio figlio. La giuria del premio letterario più prestigioso in Italia, ha deciso d’inserirlo tra i 12 finalisti, motivo di grande orgoglio per Francesco Coscioni ed Angelo Biasella, i titolari della Neo Edizioni.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Anche un editore abruzzese tra i finalisti del Premio Strega 2018"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*