Aggredisce i vigili urbani a Lanciano, professoressa arrestata

polizia-municipale

Una professoressa di Lanciano è stata arrestata dopo aver aggredito e ferito due vigili urbani. Disposti gli arresti domiciliari.

Una insegnante liceale di Lanciano è stata posta agli arresti domiciliari con le accuse di resistenza, violenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale.La professoressa cinquantenne ha aggredito e ferito due vigili urbani. Il giudice Andrea Belli, ha convalidato oggi l’arresto disposto ieri a tarda sera dal pm Rosaria Vecchi. Gli agenti della polizia municipale, un uomo e una donna, mentre contestavano all’insegnante, sotto l’abitazione, che non poteva andare in giro per la città con la moto, in quanto era già stata sequestrata per mancanza di assicurazione e si annunciava la necessità della confisca del mezzo, la donna ha acceso lo scooter 125 cc ed ha investito il vigile. L’uomo è stato colpito sul ginocchio destro ed ha riportato una lesione al menisco con una prognosi di 10 giorni, salvo complicazioni. La vigilessa è riuscita a togliere le chiavi dal cruscotto e bloccare la donna, che è incensurata, la quale le si è scagliata contro strattonandola e procurandole lesioni alla spalla. La prognosi per lei è di 15 giorni. L’insegnante si è giustificata dinanzi al giudice sostenendo che il comportamento dei due vigili urbani era stato arrogante e arbitrario, tanto da costringerla a reagire. Dopo la convalida dell’arresto la donna è stata rimessa in libertà. Il processo per direttissima è stato fissato al 6 ottobre per la richiesta dei termini a difesa.

Sii il primo a commentare su "Aggredisce i vigili urbani a Lanciano, professoressa arrestata"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*