Addio direttore Pacilio: i messaggi dei telespettatori

addio-pasquale1

I messaggi dei telespettatori per il nostro direttore Pasquale Pacilio: sono tantissimi  quelli che stanno arrivando in redazione e sui social, tra questi il ricordo di molti colleghi ed ex collaboratori.

  • Mi dispiace molto, un abbraccio a Massimo Pacilio (Marco Manzo) 
  • Sentiremo molto la sua mancanza, mi dispiace molto. R.i.p. (Anna Mazzoccante)
  • Una di quelle notizie che non vorresti mai leggere! Mi dispiace troppo…Ciao Direttore! (Alessandra Portinari)
  • Un grande collega r.i.p. (Marco Antinarella) 
  • Il direttore per antonomasia R.I.P. (Tiberio D’Andrea)
  • Un giornalista fantastico, una persona di una gentilezza rara. Grazie di tutto, direttore! Eri, anzi sei, unico!!! (Franco Di Domenico) 
  • Grande Pasquale lascerai uno spazio incolmabile (Marco Lussoso) 
  • Noi i nostri maestri li diamo sempre per “eterni”, invece…purtroppo non é così (Lia Giancristofaro) 
  • Mi unisco al coro del dolore considerando che la notizia mi arriva come un fulmine a ciel sereno inquanto nulla sapevo del suo terribile male. L’ho conosciuto oltre 30 anni fa, quando ancora ragazzo immaginavo un mestiere “diverso”…roba da perduti sognatori. Due anni fa, a una cena (l’ultima volta che ci siamo visti) mi ha detto: “quelli come noi partiti dal niente, col niente, nessuno li fermerà mai. Solo la morte “! Buon viaggio grande direttore!(Christian Iansante)
  • Nooo….non avevo idea! Il primo a buttarmi subito nell’arena…(Fabiana Calsolaro) 
  • Grande Pacilio, ci mancherà (Anna Rita D’Antonio) 
  • Davvero un dispiacere immenso…da oggi, senza la sua ironia, siamo tutti un pò poveri e tristi (Luca Luciani) 
  • Ci lascia un pilastro del giornalismo…grazie di tutto Direttò (Marco Tontodonati) 
  • Mi dispiace veramente,non lo conoscevo di persona,però mi piaceva come conduceva e mi sembrava una brava persona,cosa che sicuramente lo era (Alejandro Eleonora)  
  • Noooo! Pasquale! Ciao Pasquale, ci incontreremo presto. Il tempo vola e non c’è ne accorgiamo, però, per quel che mi resta rimarranno le nostre chiacchierate , o confronti per capire se tutto ciò che viviamo o facciamo abbia un senso. Spero solo che ci domani ci giudicherà, e non saranno padreterno, ma uomini , ci giudichino benevolmente perchè nonostante tutto non ci siamo risparmiati per rare le cose fatte bene. C’è l’abbiamo messa tutta e, la nostra immortalità è nel fatto che saremo ricordati e giudicati non per chi siamo o siamo stati ma per quello che abbiamo fatto. Ciao! (Giuliano Savi) 
  • Con dolore immenso. Partecipo Alla brutta notizia facendo le condoglianze alla famiglia è alla redazione rete-8 sono sicuro che lui resterà sempre al suo posto (Luciano Taresco) 
  • Quanto mi dispiace! ma proprio tanto. una grande persona e un grande direttore (Giuliana Susi) 
  • Oggi un pezzo della mia vita é volato in cielo (Mila Cantagallo) 
  • Mi unisco al dolore di tutta la redazione. Cordoglio e rispetto per un grande professionista (Bruno Bartelloni)
  • Ciao Pasquà! Potevi condividerlo o meno, scherzarci o battibeccare ma se facevi questa professione in Abruzzo negli ultimi quarantanni con lui dovevi confrontarti quasi ogni giorno. E per me è sempre stato un piacere, anche nel dissenso, che poi è il momento in cui capisci com’è davvero una persona, in cosa e xché fa la differenza. Ciao Pasquale Pacilio (Walter Nerone) 
  • Cosa dire, persona eccezionale un vero scopritore di talenti nel panorama giornalistico della nostra regione ne ha lanciati tantissimi. Sempre presente sulla notizia e sugli avvenimenti più importanti, in questo vero pioniere delle dirette speciali, quando non era facile collegarsi come lo è oggi. Mi dispiace tantissimo! Un grosso, enorme abbraccio a Massimo Pacilio e a tutti gli amici di Rete8! (Luca Teseo)  
  • Per mio padre un grande amico…con me sempre gentile e sorridente…ciao Pasquale…ci mancherà la tua allegria! (Alessandra Farias)
  • Che brutta notizia! Fulmine a ciel sereno! Mi dispiace davvero tantissimo!! Ciao direttore! (Claudia Gentile)  
  • Questa notizia mi strazia letteralmente il cuore. Non ci posso credere (Piergiorgio Greco)
  • Nooo! Mi dispiace tantissimo.. Ricordo con gratitudine la compagnia che mi ha fatto la notte del terremoto con la diretta che seguivo x scacciare la paura.. Condoglianze alla famiglia e alla redazione (Barbara Palombi) 
  • Come al solito hai fatto di testa tua. Ma stavolta proprio l’hai fatta grossa: te ne sei andato. Tu, i tuoi “scooppettini”, la tua agenda, ilpaesedellemeraviglie, il fatto, otto e mezzo e Telemare. Ecco, da tempo Telemare non c’è più ma adesso non c’è davvero più. Mille liti tra me e te, leggere e pesanti, ma ti devo molto. Mi hai formata, lanciata, quasi inventata. Lo dico de plano: ti devo molto. E ti volevo bene. Grazie Pasquale Pacilio. Grazie, Direttore (Daniela Senepa)  
  • Un saluto commosso a Pasquale Pacilio, condottiero di tante battaglie televisive.  Sarebbe bello intitolargli un premio, perché sapeva fare molto bene il suo mestiere ed è stato uno dei pionieri del telegiornalismo abruzzese (Fabrizio Santamaita) 
  • Ho appreso della prematura perdita del vostro Direttore, che ho avuto il piacere di conoscere e di cui ho apprezzato la professionalità, cortesia, umanità. Vorrei esprimere a tutti voi e per vostro tramite alla famiglia le mie più sincere condoglianze e la mia partecipazione a questo grandissimo dolore. (Mario L. Rainone)
  • Nessuno potrà in abruzzo essere mai alla sua altezza (Fabrizio Pesce)  
  • Mi dispiace davvero tanto.Che possa riposare in pace (Luigi Ciavarelli) 
  • Persona esemplare (Enzo Catelli) 
  • Grande professionista preparato e sensibile (Luciano Verrigni) 
  • Apprendo ora e con profondo dispiacere la tristissima notizia. Alla famiglia del Direttore e allo staff di Rete8 le mie più sentite condoglianze (Monica Santellocco)
  • Il suo amore per la verità e la sua dedizione per il lavoro ci sia d’esempio…(Stefano Mantini)
  • Una notizia triste… tutta la mia vicinanza alla “famiglia” di Rete 8 (Manuela Martella)
  • Tristezza e vuoto incolmabile (Tiziana Di Tonno)  
  • Caro Pasquale , é grande il mio dolore per la tua scomparsa . Hai educato e formato una generazione di giornalisti che in questo momento sono vicini a te e a tutta la tua famiglia. Il mio pensiero va a Giulia e ai tuoi figli! Da quando ho saputo la triste notizia sono senza forze, e piango l’amico e il collega di tante battaglie. Ci mancherai! (Lorenzo G. Labarile) 
  • Ciao Pasquale riposa in pace, le mie più sentite condoglianze alla famiglia (Ezio Ardizzi) 
  • Grave perdita per il giornalismo ma sopratutto come persona (Aurelio Lestini) 
  • Ho appena saputo della scomparsa di Pasquale Pacilio. La cosa mi addolora e mi rattrista. Non ero a conoscenza delle ultime dolorose vicissitudini personali. La sorpresa, lo stupore e il dolore per la perdita oltre che di un grandissimo uomo, di un gigante dell’informazione regionale abruzzese e per me di un amico e un maestro, mi lascia senza parole. Le mie più sincere condoglianze alla famiglia, ai figli Massimo e Marco, alla redazione e all’editore di Rete8 e a tutti coloro che lo stimavano e gli volevano bene. (Pierfrancesco Visci) 
  • Mi inchino e mando ossequi al grande direttore Pasquale Pacilio (Clara Giovannetti)
  • Un sentito saluto a Pasquale Pacilio per la sua forza e la sua professionalità. Oggi va via un pezzo importante del giornalismo in Abruzzo. E’ stato un piacere conoscerla direttore… (Roby Marcantonio)  
  • Che dispiacere!…era il giornalista ”locale” per eccellenza, per la Sua umanità, umiltà, moralità e grande professionalità ! (Fulvio Travaglini) 
  • Hai combattuto come un leone, senza farci mai mancare l’eleganza, il garbo e l’ironia che ti erano propri sul lavoro negli studi di Rete8. Un piacere l’averti conosciuto, te ne sei andato troppo presto. Riposa in pace Pasquale (Paolo Vercesi) 
  • Ditemi che e uno scherzo non può essere vero e handato via così e stato un grande giornalista per l’abruzzo le mie più sentite condoglianze ciao. Pasquale (Luigi Fontana)
  • Però così non dovevi. Mi mancherà quel: “A Ste’ “. Un signore d’altri tempi. Ciao Pasquale, mi mancherà il tuo sorriso garbato. Sarai nei miei pensieri (Stefano Leone)
  • Profondamente commosso per la dolorosa e repentina scomparsa del carissimo amico e collega Pasquale Pacilio. Prego voler accogliere le espressioni più vive e sentite della mia solidarietà da estendere ai familiari e a tutti i colleghi della redazione di Rete8. (Fausto Celestini, già capo dei servizi giornalistici Rai Abruzzo)
  • Trasmissioni indimenticabili. Riposa in pace (Patrizia Vitti)
  • Alla famiglia e ai colleghi di Rete8 i sensi del mio più profondo cordoglio per la scomparsa di Pasquale Pacilio, galantuomo dell’informazione con il quale ho condiviso per anni le telecronache della rievocazione storica del Mastro giurato. Vi sono vicino in questo momento (Marcello Giancristofaro)
  • Volevo porgere a voi tutti e ai familiari le mie più sentite condoglianze per la scomparsa del grande e bravo direttore (Enrico Ciannamea)
  • Grande Uomo carismatico ed intelligente. Sempre garbato, dolce e coraggioso. La sua malattia e l’illusione di averla vinta. I capelli a zero e la ricrescita. Ci scherzava…… Stupenda persona. Lo porterò sempre nel mio cuore (Paola Durastante)
  • Direttore, collega, amico. Il lungo rapporto lavorativo-personale con Pasquale, oltre a seguire il suo logico e normale percorso professionale, si è evoluto fino a diventare spontaneo e a volte persino affettuoso. Ed è questa, più d’ogni altra, l’immagine che mi piace ricordare di lui, tra le tante di natura professionale che conservo. Quello che mi ha sempre colpito era la sua grande capacità di stare in tv; era instancabile, sembrava facesse tutto senza sforzo tanto che a volte perdeva il senso del tempo (fenomenali le sue maratone in studio per seguire in diretta il voto degli abruzzesi). A rendere tutto più lieve, l’ironia e l’innata simpatia, grazie alle quali anche gli argomenti più difficili e pesanti diventavano improvvisamente fruibili e leggeri. Il suo piatto forte è stato sempre quello della politica, ma quando era dietro le quinte, cioè in redazione, prendeva il sopravvento la sua verve partenopea e la simpatia si trasformava in tifo per il suo Napoli, la squadra del cuore. Ogni lunedì, la mattinata iniziava con quanto accaduto nel week-end calcistico e, cosa di non poco conto, sempre con un sorriso indipendentemente dal risultato del suo Napoli. Il profilo umano era di spessore anche se non sempre in linea con quello che potevi pensare tu. Poi magari riflettevi e ti accorgevi che un pizzico di ragione in più era proprio la sua, senza contare che le persone non sono e non possono essere uguali. L’ultima volta che l’ho sentito è stato al telefono un paio di settimane fa; aveva una comunicazione da farmi, ma a impressionarmi è stata la sua voce lieve e soffusa da cui si intuiva una certa sofferenza. Gli ho chiesto come stava ma lui ha glissato perché la telefonata era per me e non per lui. Dopo avere riattaccato, ho pensato molto e nei giorni successivi ho avuto la conferma che purtroppo la malattia se lo stava portando via. Addio Direttore, Ciao Pasquale. (Paolo Durante)
  • Pasquale Pacilio raccontava, con leggerezza ed un pizzico di ironia, ma mai con superficialità! Pacilio insegnava, lo faceva anche con un semplice consiglio! Oggi c’è solo tanta tanta tristezza! Grazie per come mi hai accolto quell’estate di 9 anni fa, per come mi hai lanciato allo sbaraglio tra le prime notizie e per quello sguardo di chi ha deciso di darti fiducia! Ciao direttore! (Marcella Pace)
  • “Un pilastro dell’informazione televisiva regionale”. Così lo ricorda il Sindacato Giornalisti Abruzzesi che in una nota intende esprimere tutto il cordoglio ai familiari e a quanti hanno avuto la fortuna di conoscerlo. “Ha onorato il suo mestiere lavorando sino all’ultimo, sempre con la battuta pronta e le sue acute osservazioni. Figura storica del giornalismo locale, per le sue tante rubriche televisive, soprattutto per quelle di carattere politico, il sindacato, cui era iscritto, lo ricorda in questo triste momento e si stringe con affetto alla moglie Giulia i figli Massimo, Marco e Silvia, ai suoi cari tutti e ai colleghi dell’emittente Rete8”. (Sindacato Giornalisti Abruzzesi)

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

2 Commenti su "Addio direttore Pacilio: i messaggi dei telespettatori"

  1. Franco Leone | 30/07/2016 di 19:22 | Rispondi

    Se ti sfuggiva il peso delle cose che dicevi, o al contrario la loro rilevanza, Pasquale non ti mollava. Beccata “l’anima” della dichiarazione, della notizia e/o del fatto amava mordere. Mi mancherà tanto, compresa la sua ironia napoletana della quale faceva sfoggio nei momenti liberi

  2. Sara Cavallo | 29/07/2016 di 20:52 | Rispondi

    Ciao Grande Pasquale. Una sola parola su tutte: Grazie! Hai dato sempre il massimo, tutto te stesso al servizio dell’informazione. Hai sempre teso la mano a chi era in difficoltà e protetto i più deboli. Hai insegnato tanto a tutti noi. Ogni giorno di trasmissione trascorso insieme non l’ho mai dimenticato….le battute tra me, te e Marzia Falcone…le risate…ma anche la tua grande serietà. Abbiamo girato l’Abruzzo e ho potuto vedere con i miei occhi quanto questa terra ti abbia amato e rispettato e continuerà per sempre a farlo. L’ anno scorso di questi tempi eri seduto ad una bella tavolata ed ebbi l’onore di cucinare per te…ed è così che ti ricordo, allegro, spensierato e sempre positivo. Per sempre nel cuore…ciao Direttore! Con immenso affetto, Sara Cavallo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*