Abusi su disabile ascolana: a giudizio due teramani

Abusi su disabile ascolana: a giudizio due teramani di 50 e 60 anni, colpevoli, secondo l’accusa, di aver convinto la scorsa estate una giovane disabile a fotografarsi nuda.

Sempre secondo l’accusa, i due l’avrebbero anche costretta ad inviare le immagini tramite Whatsapp. I fatti risalgono alla scorsa estate quando i due, di cui non sono state rese note le generalità, sono stati arrestati su disposizione del Gip di Ascoli Piceno Rita De Angelis e richiesta del Pm Umberto Monti. La denuncia é partita dal padre della giovane disabile di appena 17 anni, subito dopo aver visto sul cellulare della figlia le sue foto nuda. Dalle indagini, condotte dagli agenti della Polizia, sarebbe emerso che le foto sarebbero state scattate tra giugno e settembre del 2015 e da successivi accertamenti, che ha indurre la giovane a scattare quelle foto, sarebbero stati i due teramani conosciuti ed incontrati in separate circostanze. I due indagati hanno chiesto il rito abbreviato condizionato ad una perizia sulla giovane che ha un ritardo mentale.

Sii il primo a commentare su "Abusi su disabile ascolana: a giudizio due teramani"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*