Abruzzo : vento forte, disagi e danni

alberocadutochieti

Abruzzo : vento forte, disagi e danni. Alberi, insegne pubblicitarie e lampioni caduti . Quattro feriti nel chietino e 50 famiglie senza luce nel pescarese .

Abruzzo : vento forte, disagi e danni. In gran parte della regione la bufera di vento che ha imperversato per ore ieri a partire dal primo pomeriggio ha causato numerosi problemi alla viabilità mettendo a rischio l’incolumità pubblica. I vigili del fuoco sono stati alle prese con tantissimi interventi in diverse località sia della costa che delle aree interne dell’Abruzzo. Alberi sradicati, rami caduti, principi di incendi domati, cornicioni venuti giù così come numerosi pannelli, lampioni della luce, insegne di negozi, cartelloni pubblicitari. La forza del vento ha agitato persone e cose tenendo in apprensione oltre ai cittadini anche amministratori pubblici e i sindaci.I danni maggiori sono stati registrati in provincia di Chieti e Pescara. Come sempre i vigili del fuoco hanno effettuato il proprio lavoro con grande professionalità. Sono state schierate tutte le squadre a disposizione dei quattro comandi provinciali. A Chieti , in via guido Giuliante,un sessantacinquenne è stato colpito ad una spalla dalla caduta di calcinacci ed ha gridato al miracolo perchè ha pensato al peggio, nei pressi del centro della città un altro uomo mentre era a bordo di una moto è stato colpito da un lampione. Un albero è caduto lungo la Colonnetta finendo sul cavo del filobus. Altra tragedia sfiorata a Torrevecchia Teatina dove due persone, un uomo ed una donna cardiopatica,  che viaggiavano a bordo di uno scooter , sono rimaste ferite a causa della caduta di un albero . A Pescara in piazza Salotto sono volati gazebi e balaustre ,la  pista di ghiaccio è stata danneggiata dal vento e si sono visti semafori pericolanti in alcune zone della città, All’aeroporto d’Abruzzo è stato annullato il volo per Roma. A Pescara sull’asse attrezzato è stato necessario anche l’intervento della polizia stradale per rimuovere un albero caduto su un’auto in transito.A Pianella, in provincia di Pescara, un albero è finito sui cavi elettrici provocando un principio di incendio che ha portato all’interruzione di energia elettrica e quindi Enel è intervenuta con un gruppo elettrogeno per ovviare ai disagi arrecati  a cinquanta famiglie. In via Gran Sasso a Chieti un altro albero è caduto bloccando la carreggiata. Disagi anche sulla Teramo mare così come nell’aquilano. Il tetto di un Map che ospita quattro famiglie è stato scoperchiato a Pianola.

Articolo precedente :

Aggiornamento ore 12.20. 

Nella mattinata la situazione è peggiorata rispetto a ieri soprattutto nel chietino e nel pescarese. Le sale operative dei vigili del fuoco sono state raggiunte da tantissime segnalazioni riguardanti alberi e rami caduti e cornicioni  e insegne cartellonistiche venuti giù o pericolanti. Oltre 140 gli interventi in itinere a Pescara e in tutti i comuni del pescarese. Stessa situazione nella città di Chieti dove sono state moltissime le telefonate finora arrivate ai vigili del fuoco.

Spoltore: Nove persone evacuate per caduta tegole

Nove persone evacuate a Spoltore in Via delle Rose dopo che dal tetto del vecchio Municipio, abbandonato da tempo, si sono staccate, a causa del forte vento,  decine di tegole cadute poi sulla via sottostante dove ci sono alcune abitazioni. Sul posto i Vigili del Fuoco che, constatata la pericolosità del tetto, hanno ordinato l’evacuazione. Le persone interessate hanno trovato sistemazione temporanea in abitazioni di parenti ed amici fin quando la situazione non tornerà alla normalità non prima di un paio di giorni

 

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Abruzzo : vento forte, disagi e danni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*