Abruzzo Bike Friendly”: nasce la rete delle strutture ricettive

foto: dal sito del Pngsl

Da oggi gli hotel e le strutture turistiche possono aderire alla rete “Abruzzo Bike Friendly”. Febbo vogliamo promuovere la vacanza in bicicletta tra mare e montagna, borghi, boschi e paesaggi incontaminati.

Nasce “Abruzzo Bike Friendly”,  la rete regionale di strutture ricettive e di servizi complementari, promossa e gestita dalla Regione Abruzzo per favorire lo sviluppo e la qualificazione dell’offerta cicloturistica sul territorio regionale. L’assessore Mauro Febbo spiega che l’iniziativa ha l’obiettivo di “Diversificare e qualificare l’offerta turistica promuovendo i nostri meravigliosi territori e paesaggi attraverso percorsi ciclabili”.

L’assessore regionale al Turismo annuncia che da oggi gli operatori turistici interessati ad avere il marchio ed  il riconoscimento possono inoltrare richiesta secondo le modalità indicate nell’avviso pubblicato sul sito della Regione Abruzzo.

Febbo afferma che “Oggi è indispensabile innalzare il livello qualitativo dell’esperienza offerta alle diverse tipologie di turista-fruitore, dallo sportivo appassionato di bicicletta all’escursionista che predilige una mobilità dolce per visitare e scoprire il territorio, costruendo e valorizzando un prodotto turistico competitivo e facilmente riconoscibile nel settore del cicloturismo e del ciclismo su strada e fuoristrada.

Gli obiettivi specifici sono quelli di creare un valore aggiunto all’offerta ricettiva turistica regionale, di far nascere un prodotto che si distingua per la propria specificità tenendo ben presenti le esigenze di mercato, di supportare le strutture ricettive e i fornitori di servizi complementari per incrementare il livello di occupazione durante tutto l’anno, di rendere le strutture ricettive e i servizi aderenti più visibili al turista rispetto alla offerta dei non iscritti alla rete regionale “Abruzzo Bike Friendly”, incrementare la vendita delle camere, dei servizi e dei pacchetti.

Questa vocazione è dimostrata dagli investimenti messi in campo nel sistema delle piste ciclabili d’Abruzzo, a partire dalla Bike to Coast, la pista ciclabile che percorre i 130 km dell’intero tratto costiero abruzzese, e la valorizzazione degli itinerari per mountain bike, dei circuiti downhill nelle colline e nelle montagne abruzzesi e dei numerosi percorsi cicloturistici.

Lunedì scorso alla Bit di Rimini abbiamo presentato il Disciplinare sul Turismo attivo e sostenibile, elaborato dalla Regione Abruzzo nel rispetto del Protocollo d’Intesa con Legambiente, che intende caratterizzare l’Abruzzo come destinazione di un turismo attivo e sostenibile attraverso azioni di governance che definiscono criteri, requisiti e procedure il cui rispetto, da parte delle strutture ricettive e dei servizi aderenti, determina l’assegnazione del Marchio “Abruzzo Bike Friendly /Active and Sustainable Tourism”.

Nel contempo la Regione Abruzzo, su iniziativa del mio assessorato ha indetto un concorso di idee per la progettazione del Marchio  “Abruzzo Bike Friendly”. Le proposte dovranno essere inviate entro il 31 marzo 2020. Possono partecipare società e studi di grafica, singoli professionisti e e studenti regolarmente iscritti a corsi di laurea. Il marchio sarà utilizzato in tutte le comunicazioni promozionali, comprese quelle istituzionali della Regione Abruzzo“.

Sii il primo a commentare su "Abruzzo Bike Friendly”: nasce la rete delle strutture ricettive"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*