A14, troppi Tir a fuoco in galleria

fumo in galleriafumo in galleria

Qualche giorno fa sull’A14 nel tratto tra i caselli di Pescara Nord e Atri-Pineto  l’ennesimo Tir è andato in fiamme nella galleria Solagne, un incidente che come facilmente prevedibile ha rimandato il traffico nel caos.

Questo è  stato il quarto episodio  registratosi in  poco più di un mese, una vicenda che ora ha scatenato proteste e ma anche riflessioni sul perchè di un fenomeno che sta diventando sempre più frequente. Le proteste sono partite dell’associazione dei consumatori “Robin Hood” che chiede più tutele per gli automobilisti.

“l’ennesimo incendio, il quarto a partire da gennaio, che ha scatenato il panico degli automobilisti e bloccato il traffico sia in autostrada sia sulla statale 16 dove domenica pomeriggio si sono formate lunghissime code- dichiara Pasquale Di Ferdinando dell’associazione Robin Hood – Gli automobilisti pagano il pedaggio e quindi devono essere tutelati. In quella galleria dovrebbero essere installati dei sistemi di rilevamento, come quelli che si trovano nella galleria del Gran Sasso, che consentano nell’immediatezza di far scattare subito l’allarme e quindi di evitare agli automobilisti di continuare ad entrare. L’obiettivo è quello di ridurre al minimo i disagi degli automobilisti. Fortunatamente nell’ultimo, incendio, quello divampato domenica e che ha coinvolto un mezzo pesante che trasportava della frutta, non ci sono state conseguenze per gli automobilisti. Ma non sempre è stato così.”

L'autore

Federico Di Luigi
Nato a Teramo, iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010, in questo anno inizia il lavoro di giornalista presso la redazione dell’emittente televisiva TVSei, nel 2012 entra a far parte come giornalista ed amministratore di un nuovo progetto editoriale “Latv dell’Adriatico” carica che a tutt'oggi ricopre. Dal 2013 lavora con Rete8 ricoprendo il ruolo di responsabile della redazione giornalistica di Teramo

1 Commento su "A14, troppi Tir a fuoco in galleria"

  1. Non solo il tratto e pericoloso, ma chi come me fa spesso il tratto pescara nord Giulianova trova tutto l’anno almeno due cantieri, spesso per lavori piccoli.
    possibile non si possano accorpare? sono veramente utili? nessuno ha il compito di controllare che siano fatti secondo un criterio? chi rimborsa il pedaggio pagato per tempi di percorrenza che 11 mesi su 12, escluso agosto, sono molto più lunghi di quanto è normale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*