A L’Aquila nasce il PoMaq

A L’Aquila nasce il PoMaq, il polo museale diffuso per  avvicinare gli studenti dell’università aquilana alla ricerca.Più di 600 i beni catalogati.

Avvicinare l’Università de L’Aquila al suo territorio e gli studenti dell’Ateneo alla ricerca sono tra gli obbiettivi del neonato PoMaq, il polo museale aquilano. Ha come simbolo un fiore con 7 petali che sono gli strumenti della ricerca e i frutti generati attraverso le attività svolte nell’Ateneo. Un museo “diffuso” pensato per salvaguardare e valorizzare il proprio patrimonio storico, costituito dai tanti oggetti, legati alle discipline scientifiche e umanistiche, accumulati nel corso dei decenni, dalla fondazione fino ai giorni nostri. Più di 600 i beni inventariati e catalogati fino ad oggi tramite xDams, piattaforma open source ideata per il trattamento e la gestione di archivi storici multimediali.

Per saperne di più guardate  IL SERVIZIO DE TG8:

Sii il primo a commentare su "A L’Aquila nasce il PoMaq"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*