L’Aquila: no frutta sui marciapiedi, ordinanza razzista?

Stop all’esposizione e vendita di frutta e verdura sui marciapiedi. A stabilirlo è una nuova ordinanza del Comune dell’Aquila, che vieta ““l’esposizione di frutta, erbaggi, legumi, generi alimentari e simili al di fuori dei locali di vendita, sia sul suolo pubblico che privato o di uso pubblico o aperto al pubblico passaggio”.

Una norma arrivata all’indomani dell’apertura di una serie di attività commerciali gestite da stranieri con la modalità simile a quella dei cosiddetti “suk” già presenti in tante città italiane, e che ha subito suscitato polemiche all’Aquila. Ordinanza razzista per i detrattori; nuove regole invece, per la tutela del decoro urbano e della salute dei cittadini secondo il punto di vista dell’amministrazione comunale.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: no frutta sui marciapiedi, ordinanza razzista?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*