Banca Etruria, i risparmiatori: “Dal governo vogliamo i fatti”

I risparmiatori della Banca Etruria beffati dal decreto salva-banche non si lasciano convincere dalle promesse fatte ieri dal viceministro all’economia Enrico Zanetti, a margine dell’ennesima manifestazione di protesta alla quale hanno partecipato anche i cittadini che si riconoscono del comitato “Difesa dei risparmiatori della Banca Etruria” di Pizzoli.

Comitato che raccoglie oltre mille persone dall’Abruzzo e dal Lazio. Ieri la manifestazione davanti alla sede del ministero dell’economia e delle finanze a Roma. Al loro fianco anche i rappresentanti delle associazioni dei consumatori. Elio Lannutti di Adusbef, Rosario Trefiletti di Federcosumatori e Mirko Tarroni di Cariferrara.

Il viceministro ha in sostanza garantito l’impegno del governo ad aumentare da 100 a 327 milioni di euro il fondo di solidarietà destinato al ristoro del danno subìto dai piccoli risparmiatori.

banca etruria

I quali, però, mantengono alta l’attenzione, e chiedono atti concreti ribadendo una ferma opposizione all’arbitrato. Mentre si attende la risposta per un incontro anche con gli altri viceministri all’economia, Casero e Morando, lunedì 21 marzo alle 19 i risparmiatori di Pizzoli incontreranno i parlamentari grillini della Commissione finanza della Camera (Daniele Pesco e Alessio Villarosa) nella sede del Comune di Pizzoli per affrontare le problematiche legate al salva-banche. Ci saranno anche i altri parlamentari Cinquestelle abruzzesi accompagnati dalla consigliera regionale Sara Marcozzi.

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "Banca Etruria, i risparmiatori: “Dal governo vogliamo i fatti”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*