Porto Pescara, Becci sollecita il catamarano Snav

traghetto-snavtraghetto-snav

Potrebbe arrivare in giornata la sollecitata conferma del ripristino del collegamento tra le due sponde dell’Adriatico con i mezzi della Snav. A “remare ” nella direzione dell’accordo in primis Daniele Becci presidente della Camera di Commercio di Pescara.

Dopo l’incontro partenopeo di due giorni fa, quando Becci si è personalmente recato a Napoli presso la sede della Snav per un incontro con il comandante Raffaele Aiello, potrebbe essere oggi il giorno di una prima significativa risposta nella direzione del ripristino del collegamento tra le due sponde dell’Adriatico. La Snav dal canto suo, già due mesi fa circa nell’ambito di un primo incontro “esplorativo” aveva mostrato interesse e disponibilità a predisporre anche per l’estate 2016 un collegamento Pescara-Hvar in catamarano. E se gli operatori portuali del capoluogo adriatico avevano sollevato non poche perplessità sul fatto che il catamarano non permette di imbarcare le auto, con ciò che questo comporta in termini di volume di affari e prenotazioni, se dovesse essere confermata intanto questa prima trattativa per il porto di Pescara, in evidente cronico affanno, significherebbe già molto.

Porto Pescara collegamento Snav

 

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Porto Pescara, Becci sollecita il catamarano Snav"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*