Pescara, un’idea contro l’inquinamento del mare

View on the Adriatic coastline with the beaches in the Montesilvano Pescara, Abruzzo reguion, Italy

Rimuovere 4 blocchi di scogli, ormai datati, nel tratto di mare che va da via Balilla alla Madonnina: questa l’idea “salva stagione” di un noto balneatore-ristoratore di Pescara.

A mostrarci i 4 blocchi di scogli in questione è Maurizio de “La Paranza”, noto ristoratore balneatore di Pescara. Maurizio ci fa filmare gli scogli dal terrazzo del suo locale dove l’attività di ristorazione non si interrompe nemmeno un giorno laddove tutto ciò che orbita intorno alla stagione estiva sta pian piano riprendendo vita. 4 blocchi di scogli, ormai datati, che secondo Maurizio potrebbero essere “tranquillamente rimossi lasciando così il mare, già costretto dalla diga foranea a compiere un movimento forzato e innaturale, libero di muoversi secondo natura. Un’idea anti inquinamento e quindi salva stagione che Maurizio spera venga quantomeno presa in considerazione dall’amministrazione comunale: ” Senza nulla togliere a tecnici ed esperti – ci saluta Maurizio – penso tuttavia che solo chi il mare lo vive davvero, da 40 anni e tutti i giorni come me, possa essere un prezioso osservatore di un problema destinato a cancellare il ricordo, già sbiadito, di Pescara splendida cartolina d’Abruzzo”.

 

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Pescara, un’idea contro l’inquinamento del mare"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*