Pescara, lite con parcheggiatori abusivi: due arresti

Notte movimentata in centro a Pescara, con tanto di lancio di un bidone: rissa tra lite due parcheggiatori abusivi e due giovani che si sono rifiutati di ‘pagare’ il parcheggio. Il bilancio è di due feriti e due arresti.

Il bilancio di una notte folle è di due feriti – uno dei due aggressori e una delle due vittime, entrambi giudicati guaribili in sei giorni – e due arresti. In manette, per tentata estorsione e lesioni personali, sono finiti i due parcheggiatori abusivi: un 52 enne di Teramo ed un 51 enne del chietino, arrestati dalla Polizia. L’episodio si è verificato in piena notte, nel parcheggio pubblico di via Ostuni, in un orario non soggetto al pagamento del ticket. Quando i giovani sono andati a riprendere l’automobile, i due parcheggiatori abusivi, già noti alle forze dell’ordine, hanno chiesto del denaro con insistenza e con fare minaccioso. Al rifiuto dei due è scoppiata la lite: gli aggressori hanno colpito uno dei ragazzi alla testa e, nella colluttazione, hanno usato anche una tanica in plastica.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Pescara, lite con parcheggiatori abusivi: due arresti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*