Pescara: Confcommercio boccia senza appello il progetto dell’area di risulta

area-risulta-pescara1

La Confcommercio Pescara ribadisce, con una dichiarazione del suo presidente Danelli, la netta contrarietà all’attuale progetto di riqualificazione dell’aera di risulta :”Condannerebbe a morte il centro commerciale naturale”.

“Ribadiamo per l’ennesima volta, in occasione dell’avvio in Consiglio Comunale della discussione delle tante osservazioni presentate, la nostra netta contrarietà al progetto sull’Area di Risulta presentato dall’Amministrazione Comunale di Pescara. Ci auguriamo che la votazione delle osservazioni in aula consiliare – è Danelli a parlare- possa definitivamente bocciare un provvedimento che come associazione abbiamo contrastato sin dalla prima presentazione in quanto contrario all’interesse della città”.

Di “progetto completamente sbagliato sotto tanti aspetti , a partire dalla diminuzione dei posti auto rispetto a quelli attuali” parla il presidente di Confcommercio Pescara Franco Danelli. E, ancora: “No alla previsione di appartamenti e negozi di cui non si avverte affatto il bisogno e l’affidamento a privati della gestione dei parcheggi cittadini a tariffe esorbitanti che condannerebbero a morte certa il centro commerciale naturale. Alla luce delle considerazioni fatte ci auguriamo quindi che il progetto, attraverso il voto in aula, venga archiviato e che la Giunta eviti un altro inopportuno autogol, dopo quello fatto con il mercato etnico, che alienerebbe ulteriori consensi all’Amministrazione uscente in vista dell’imminente tornata elettorale.”

Sii il primo a commentare su "Pescara: Confcommercio boccia senza appello il progetto dell’area di risulta"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*