Danno fuoco a scarpe rubate per non farsi arrestare

Pur di non farsi arrestare danno fuoco ad oltre 900 paia di scarpe, risultate rubate a Pescara un mese fa, che stavano rivendendo ad un cinese. E’ accaduto alla Fiera di primavera di Ortona.

Stavano vendendo a prezzi stracciati 900 paia di scarpe, parte di un lotto di circa 4000 paia rubate a Pescara lo scorso mese di febbraio, ad una commerciante di origine cinese: quando i carabinieri si sono avvicinati alla bancarella, uno dei tre venditori, un 30enne pregiudicato di Pescara, ha afferrato una tanica di benzina e ha minacciato di dar fuoco alla merce con un accendino. Solo il tempestivo intervento di uno dei militari, che lo ha letteralmente placcato, ha evitato che un normale controllo si trasformasse in una tragedia. È accaduto alla Fiera di primavera di Ortona: per i tre commercianti, tutti con precedenti, è scattata la denuncia per ricettazione. La merce trovata, del valore commerciale di quasi 5.000 euro, è stata sequestrata in attesa di essere restituita alla legittima proprietaria.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Danno fuoco a scarpe rubate per non farsi arrestare"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*