Brioni, vertice al Mise con minuto di silenzio

Nuovo vertice, stavolta al Mise, per le sorti dei 400 esuberi alla Brioni di Penne. Alle 14.30 tavolo tecnico-politico presso la sede romana del ministero: domani assemblea aziendale.

E’ stato fissato per le 14.30 di oggi il tavolo tecnico-politico al Mise di Roma sul futuro della Brioni di Penne. Ancora una volta, sindacati e vertici del marchio leader nel prêt-à-porter maschile proveranno a ragionare sui numeri della seconda grande vertenza dopo quella che nel 2012 portò ad esuberi e prepensionamenti. I vertici francesi, subentrati alla storica gestione italiana, sembrano fermi sui 400 tagli pari ad un terzo della forza lavoro attualmente occupata nei tre stabilimenti abruzzesi di Penne, Montebello di Bertona e Civitella Casanova. Esattamente alle 14.30, quando cioè avrà inizio il vertice ministeriale, verrà osservato un minuto di silenzio mentre a ciascun fine turno chi volesse aderire alla giornata di mobilitazione incrocerà le braccia per un’ora. Domani, poi, anche per ragionare in merito a quanto emergerà dall’incontro di oggi al Mise e decidere eventuali nuove azioni di protesta, si terrà un’assemblea aziendale nella sede principale di Penne.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Brioni, vertice al Mise con minuto di silenzio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*