Chieti, lucchetti al PalaTricalle: è polemica

Un bando andato a vuoto, un dirigente comunale che fa cambiare tutte le serrature, un dirigente sportivo che minaccia di ritirare la propria squadra dal campionato: polemiche a non finire per il PalaTricalle di Chieti.

Giornata campale quella di ieri per il PalaTricalle di Chieti, struttura sportiva comunale in prestito a squadre di atletica e pallacanestro della città. Tutto ha inizio quando un bando per la gara d’appalto per la gestione del palazzetto va deserta: nessuna offerta a fronte di costi che il Comune affronta per tenerla aperta e funzionante in attesa che le società sportive che ne usufruiscono saldino i sospesi pregressi. Ieri quindi la decisione del dirigente comunale di cambiare tutte le serrature del PalaTricalle impedendo ingresso e allenamenti, salvo la consegna previa autorizzazione delle chiavi. Ad andare su tutte le furie è Gianni Di Cosmo presidente della Proger Chieti squadra di basket che milita in A2: dopo aver minacciato di ritirare la squadra dal campionato, una soluzione seppur temporanea e affatto pacifica pare sia arrivata dopo un breve colloquio telefonico con l’assessore Viola. Di Cosmo paga 380 euro e la Proger riprende gli allenamenti, ma la vicenda è tutt’altro che risolta: il patron della Proger chiede infatti che vengano rifatti e verificati tutti i conteggi comunali del pregresso che Palazzo di Città ha mandato a chiedere a quanti usufruiscono del PalaTricalle. L’assessore Viola dal canto suo insiste nel ribadire che tariffe e affitti sono stati già verificati e soprattutto non aumentate, anzi sensibilmente ribassate.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Chieti, lucchetti al PalaTricalle: è polemica"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*